Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
NON ESISTE NIENTE COME NOI, TRANNE NOI
ARTS

Rethink or Die



Immagine

Quando un oggetto finisce la sua vita lo buttiamo.

Ora, quando progetti una qualsiasi cosa, al massimo ne consideri la migliori morte possibile, tipo riciclaggio o altro (arredamento, modernariato etc).

Ora, dopo aver proposto una serie di evoluzioni degli oggetti tipo walkman e musicassette, mi sembra che siete pronti per ingurgitare un passaggio successivo.

Oggi, ed una competition in occasione del MACEF appena finito a Milano, veramente divertente lo attesta, gli oggetti nascono già ibridi.

Questo sito vi getta addosso una serie di nuovi progetti che nascono, generalmente, ripensando la quotidianità, di solito grama, tipo quella che un ragazzo fa per anni dopo l’università.

A questo proposito propongo di considerare il gap generazionale, piuttosto marcato, che si sente quando si vedono questi oggetti e vi chiedo: perché oggi si dovrebbe disegnare una forchetta o un coltello da usare come tappo della bic? Un “adulto” non lo userebbe mai, a mio avviso, non faresti mai una cena con gli amici con queste posate.

Cosa c’è sotteso a questo gesto? Cosa significa?

Forse che ormai non è più garantito il tempo del pasto?

Che nonostante il proliferare abnorme di oggetti di tutte le taglie e costi dovremo organizzare il nostro tempo intorno ad un’unica costante della giornata o, peggio, che non potremo permetterci che questo?