Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
TENDENZIALMENTE PARLA AGRICOLO
EVENTS

Pharoahe Monch live



image

Un nuovo grande colpo è stato messo a segno dagli amici di Boomdraw Intl’. Dopo averci fatto godere con il grande show offerto da Method & Redman lo scorso giugno e con la data di Raekwon nei primi mesi invernali del 2009, a sto’ giro ci propongono niente di meno che il live di Pharoahe Monch !!!

Questo Venerdì 30 Aprile infatti, il noto rapper originario del Queens terrà la sua unica data italiana, per la precisione a Bologna al TPO, all’interno di un grande evento realizzato con la collaborazione ed il supporto di Gold, Hiphopkemp.it e Trix Shop.

Parliamo così di una storia che viene da lontano, e che con l’ hip hop si è evoluta ed è cresciuta.

Questa è la storia del Faraone di New York!!! E chi lo avrebbe mai detto che dal soprannome che gli affibbiarono alcune compagne di classe battezzandolo Monchhichi, in seguito ad un buffo taglio di capelli che lo faceva assomigliare alla famosa bambola di peluche, Troy Donald Jamerson (questo il suo vero nome) sarebbe diventato poi con gli anni, uno dei pilastri di collegamento tra la Old e la New School, uno dei nomi più gettonati dell’ hip hop mondiale, sinonimo di garanzia, qualità e serietà professionale.

Una delle due menti geniali che dettero vita agli storici Organized Konfusion assieme al compare Prince Po per l’appunto, autori di tre classiche perle dell’ underground, ovvero l’omonimo album “Organized Konfusion” risalente all’anno 1992.

Il capolavoro “Stress: The Extinction Agenda” uscito due anni più tardi, e l’ultima creazione “The Equinox” datata 1997. Ma a volte purtroppo succede che anche le storie più belle nate in ambito musicale finiscono, pur rimanendo invariata l’amicizia e il rispetto.

Fu così infatti che dopo diversi anni di attività ed incessanti live assieme, fu inevitabile per il duo, a detta di tanti per una scelta incondizionata di Prince Po, prendere strade diverse, portando comunque entrambi ad una propria fiorente creatività musicale.

A seguito della fine dell’esperienza O.K., Monch decide così di intraprendere una carriera solista e firmare per l’etichetta Rawkus Records dove inizia in poco tempo a percorrere ancor più strada di quella già fatta, distribuendo featuring di rilievo a destra e manca, fino a comparire nella seconda compilation dell’etichetta, l’ indimenticabile “Soundbombing 2”, a nostro avviso una delle compilation più azzeccate di tutti i tempi.

Subito dopo, a fine anno 1999, Monch esce con il suo primo vero album da solista, “Internal Affairs” che lo lancia in vetta alle classifiche hip hop per diverso tempo e consacra il nome di Pharoahe sulla mappa dei migliori mc’s della scena mondiale.

Un album farcito da ottime strofe e produzioni, a partire dal singolo bomba “Simon Says”, vera botta adrenalinica in chiave hip hop!! D’altronde… Chi non ricorda l’urlo trascinante di “Get Tha Fuck Up!!”?.

Con al seguito l’inevitabile incitamento del Faraone a portare le mani al cielo!!… Per poi passare a brani come “No Mercy” con gli M.O.P. e “God Send”, dove ritroviamo il buon vecchio socio Prince Po.

Immancabile quindi, a nostro avviso un album del genere nella propria collezione di dischi!

Negli anni successivi poi, continuano a fioccare a dismisura le collaborazioni con i colleghi mc’s e producers, e il più delle volte il nostro Pharoahe con il suo contributo alza il livello di queste, grazie al rap fluente e la grande tecnica inequivocabile, ormai divenuti il suo marchio di fabbrica inconfondibile.

Da lì ai giorni nostri lo troviamo impegnato in continui tour in giro per il mondo ed il suo nome acquista sempre più visibilità, tanto che alcuni suoi brani vengono usati per molteplici produzioni al di fuori del circuito hip hop più underground, dalle colonne sonore dei film (Training Day per esempio) a quelle dei video giochi…

Nel 2007 dopo uno spazio comprensibile di stop dovuto anche a quanto detto prima. Monch si rimette al lavoro, deciso e determinato nel creare un nuovo album personale, e pubblica così “Desire”, dove il Faraone pur non rinnovando di molto il suo stile, offre sempre il suo rap tagliente condito da una tecnica eccelsa espressa all’ennesima potenza.

L’attività e la verve creativa di Monch continuano così, e inevitabilmente a 3 anni dall’ultimo lavoro viene annunciato per l’estate 2010 l’uscita del nuovo album. “W.A.R. (We Are Renegades)”, che segna la collaborazione tra l’etichetta personale di Pharoahe denominata anch’essa W.A.R. LLC e Duck Down Records, confermando la decisione del Faraone di gestirsi autonomamente insieme agli amici e colleghi di sempre per questo nuovo lavoro, visto che le leggi di mercato in campo discografico sotto una major non gli permetterebbero la libera espressione della propria creatività.

Con “We Are Renegades”, Monch preannuncia il tutto come un ritorno al rap dei primi anni 90, la golden era insomma. E siam certi che anche a sto’ giro ne vedremo e sentiremo delle belle!visto che sembra che nomi come Vernon Reid (chitarrista dei Living Colour ).

Jean Grae, Styles P, Phonte (Little Brother). Black Thought, Talib Kweli, M-Phazes, Marco Polo, Black Milk, Fatin, Lee Stone, Exile, e molto probabilmente lo stesso Prince Po parteciperanno alle produzioni ed al cantato nel nuovo album.Tornando all’evento di Bologna..Beh che altro dire.

Ulteriori ciliegine sulla torta, saranno date dalla presenza notevole sul palco dei Colle der Fomento, dalla voce calda di Miss Linda e dai dj set di Baro, Dolma Ye. (ovvero la sorellina del nostro Champa già vista in azione alle ruote d’acciaio per un Gold Artificial Art Party lo scorso anno) e last but not least dell’amico Mayna, la mente organizzatrice di questa splendida serata! Riepilogando ecco le principali cose da sapere:

Venerdì 30 Aprile 2010 – Bologna – start: 22.00

Pharoahe Monch – unica data italiana

Live show e dj set opening: Colle der Fomento – Dj Baro

Warm up & closing: Dolma Ye & Mayna feat. Miss Linda

@ TPO Via Casarini 17/5 Bologna, vicino Stazione centrale, Bus 35

18 86 navetta a/b

Per info : 3274565342. http://www.myspace.com/pharoahemonchbologna

costo biglietto: 15 EUR

Vi lasciamo infine con alcuni video: a cominciare dall’immancabile “Simon Says” fino ad arrivare ai giorni nostri.

Tanto per farvi capire quanto Pharoahe non abbia perso assolutamente la fotta sul palco in questi anni.

Gli altri video sono risalenti infatti alla festa del quindicesimo anniversario dell’etichetta Duck Down tenutasi il 19 Marzo di quest’anno in Texas.

Ci vediamo a Bologna… Get Tha Fuck Up!!!

Video