Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
CI PIACE L’ODORE DEL NAPALM AL MATTINO
ARTS

Guida galattica per autostoppisti



C’è vita nell’universo? Giusto un po’ nel fine settimana.

Copertina del libro

È piatta la vostra esistenza? Se unendo i punti salienti delle vostre giornate, risulterà un disegno comune ad almeno 3.976.000.000 persone, la risposta è sì, la vostra vita è comunemente piatta.

Non vi rimane dunque che sedervi al tavolo(meglio se quadrato), munirvi di tè e aprire “guida galattica per autostoppisti”. È importante premettere che, durante la lettura, è consigliato vivamente lo spegnimento di apparecchi elettronici e di ogni strumento che emetta suoni superiori a 20 kHz Fatto? Bene, a questo punto sarebbe inutile anche proseguire la scrittura del presente articolo, ma, data la mia tenacia professionale che spero qualcuno noterà, amplierò questa già succulenta accozzaglia grammaticale con una doverosa introduzione al suddetto manuale.

In molte delle civiltà meno formaliste dell’Orlo Esterno Est della Galassia, la Guida galattica per gli autostoppisti ha già soppiantato la grande Enciclopedia galattica, diventando la depositaria di tutto il sapere e di tutta la scienza, perché nonostante presenti alcune lacune e contenga molte notizie spurie, o se non altro alquanto imprecise, ha due importanti vantaggi rispetto alla più vecchia e più accademica Enciclopedia: Uno, costa un po’ meno; Due, ha stampate in copertina, a grandi caratteri che ispirano fiducia, le parole NIENTE PANICO. […] E, nel caso che ci fosse un’inesattezza tra quanto riportato nella Guida e la Vita, ricordate che in realtà è la vita ad essere inesatta.

Guida galattica è il primo e più famoso libro di una saga di 5 storie, l’autore, Douglas Adams, scomparve prematuramente nel 2001 lasciando forse incompiuto il suo reale progetto. Potrei stare ore a parlare di questo libro, ma vi risparmierò la sofferenza. L’unica cosa che mi sento in dovere di consigliarvi è di non cedere alla tentazione di vedere il film(già perché ci hanno fatto pure un film), ma di corteggiare la storia così come è inizialmente nata e solo successivamente ampliare il tutto, con la visione della splendida pellicola.

  1. “Qualunque cosa accadde, accadde”
  2. “Qualunque cosa che, accadendo, ne fa accadere un’altra, ne fa accadere un’altra.”
  3. “Qualunque cosa che, accadendo, induce se stessa a riaccadere, riaccade.”
  4. “Però non è detto che lo faccia in ordine cronologico.”

Il romanzo su Wikipedia