Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
È STATO MEGLIO DI UNA STRIPPATA
ARTS

American Gangster



di Ridley Scott
Produzione USA 2007

Locandina del film

Oh, ‘sto film è un pregio.

Era un po’ che Scott (Alien, Blade Runner, ecc ecc) non faceva un film a modino. E diciamolo pure. Il Gladiatore l’era una gran kakata 🙂

La trama di questa nuova produzione gira intorno alla figura di Frank Lucas che da signor nessun diventa il super spaccino della situazione. Ancora una volta Denzel Washington si conferma ottimo nella parte del “bad guy”, ruolo che già lo aveva premiato con un oscar per “Training Day”(2001) mentre a dargli la caccia c’è quel bel mascherone di Russel Crowe: ci riuscirà? E che te lo dico a fare.

A contorno di questi due personaggioni ci sono Common e Rza, star acclamate dell’hip hop, nell’insolito ruolo di gangsta (il primo) e di sbirro (il secondo).

Il film, oltre le due ore, scorre benissimo: tratto da una storia vera, racconta ancora una volta la parabola del criminale che da portaborse dei gangsterini locali finisce per prendere il controllo del business per poi perdere il controllo di sé stesso. Inquietante il modo in cui l’eroina veniva trasportata dal Vietnam ad Harlem: non vi svelo la trama ma dà da pensare.

Concludo segnalando la funkeggiante colonna sonora che punteggia questa crime story: tutta piena di classici tra cui John Lee Hooker, Bobby Womack ed i mitici Sam & Dave. Frank Lucas entrerà in galera ascoltando funk e se ne uscirà negli anni ’90 su una base dei Public Enemy. Il vero segno dei tempi che cambiano.

Ps. Fate caso alle scene in cui compare Rza (Wu-Tang Clan): è sempre il più stiloso di tutti!