Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
HA BEVUTO L’ACQUA DEL PORCELLINO
VARIE

Si può fare



Oggi si chiude la campagna elettorale. Domani qualche indeciso rifletterà su chi votare e qualcun altro se andare a votare.

So bene che la politica sia di destra che di quello che è rimasto di sinistra ci ha molo delusi. Ma è anche vero che non si può abbandonare il paese proprio adesso.

Qualcuno dice rialzati Italia, ma forse si è dimenticato che in Italia c’è tantissima gente che la mattina presto è già in piedi per lavorare e che molto spesso non gli basta comunque per arrivare a fine mese.

Sempre questo qualcuno non fa che ironizzare sulle donne dicendo che dovrebbero far crostate e sposare i suoi figli. Questo signore ogni volta che perde le elezioni parla i brogli elettorali, peccato poi che gli unici due arrestati per brogli in Sicilia siano membri del suo partito.

Vuole un’Italia libera e democratica dice, poi però si rifiuta di confrontarsi in tv con gli altri candidati.

Di contro abbiamo una persona che parla giovane, che conosce internet e che ha sempre usato questo mezzo per confrontarsi con le persone. Abbiamo un uomo finalmente umano che parla di donne e le candida capolista. Parla di asili nido di aumentare salari e pensioni minime e di smetterla con l’odio tra chi è dipendente e chi ha una sua attività, perché i padroni e gli schiavi non devono esistere più, c’è bisogno di un paese che collabori e non che si faccia la guerra.

C’è bisogno di un paese in cui tutti paghino le tasse ma ne paghino di meno. C’è bisogno di un paese che cresca e riesca a guradare lontano proprio come la Spagna di Zapatero.

Ma per fare questo c’è bisogno di gente che vada a votare non solo per fermare il pericolo Berlusconi, che tra l’altro il qualunquismo e il non voto lo stanno aiutando, ma che voti per l’Italia perché il cambiamento se vogliamo si può ancora fare.

E allora facciamolo insieme.