Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
SIAMO PEGGIO DI UN CIRCOLO DEL CUCITO
STYLE

Paura



Cece:Quando e come è nato il marchio Paura?

Jacopo:All’ incirca un paio di mesi fa, quasi per gioco, volevamo fare una decina di t-shirt scherzose. Alla fine ne è uscita un collezione intera, fatta un pò di corsa senza dubbio, ma credo sia venuta fuori bene.

Cece:C’è un tema o un filone chiave del vostro marchio e della collezione, oppure spazia tutto su più fronti?

Jacopo:Spazia abbastanza, agganciandosi però a cose inerenti a determinati personaggi e frasi storiche di questi. Tutto ovviamente legato al tema della PAURA. Anche il nome del brand è nato per caso, infatti è il cognome di uno dei miei soci ( Danilo ) e ci piaceva il fatto che la somma dell’età dei tre soci facesse 90.
Quindi non ci poteva essere un nome migliore!
Abbiamo poi deciso di fare confronti e sfide tra gli stili geniali di ogni personaggio che effigiamo sulle nostre t-shirt, ed è così che è nato il tutto.

Cece:Avete un target di riferimento particolare per il vostro marchio di abbigliamento?

Jacopo:Vogliamo prendere molte realtà, generalmente medio-alte, partendo da quella che può essere la nostra, su Bologna e Riccione.
Ci concentriamo su gente più ricettiva e più aperta alle tendenze moda, persone che definirei “avanti” nella concezione della moda. Per la distribuzione siamo aperti sia a negozi più nuovi che anche su quelli con stili più legati al classico. Abbiamo prodotto anche 3 o 4 pantaloni che chiunque può portare sia sotto la camicia che con una t-shirt, abbiamo fatto una collezione abbastanza trasversale.

Cece:Quindi Paura potrebbe essere definita come una ibridazione di più stili?

Jacopo:Sicuramente si. Non ci vogliamo fossilizzare su un singolo capo o una singola tendenza.

Cece:Per questa che è stata la vostra prima collezione, fatta, come mi avevi accennato prima, molto di corsa, quanti capi avete prodotto?

Jacopo:Ne abbiamo prodotti all’incirca una cinquantina. Sicuramente 30 o 35 andranno nella collezione definitiva.
Per quello che mi riguarda, su 25 grafiche delle t-shirt ne bocceremo un paio, vedo che stanno piacendo molto e riscuotono già un buon successo.
Il pantalone, per essere la prima volta, penso che sia un gioiellino. Ovviamente come tutte le prime volte, anche se è bello e piacerà, chi dovrà comprarlo per i propri negozi potrà essere più scettico rispetto alle t-shirt, in quanto il pantalone è un capo di abbigliamento più impegnativo.

Gilet - PAURA

Felpa - Paura

Pantaloni - PAURA