Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
PENSA FORTISSIMO AI DUE MARÒ
VARIE

Rock Against Racism



40 anni fa in Inghilterra, un personaggio politico (pure primo ministro) chiamato Enoch Powell fece un simpatico discorsino nel quale sosteneva che entro (appunto) 40 anni, le persone di colore avrebbero soggiogato l’uomo bianco… l’indomani iniziarono degli scontri violentissimi fra i giovani Teddy Boy di Notting Hill… ed in generale inizió quel clima di scontri, violenze e di intolleranza che ha, semplificando, portato al Thatcherismo.

Beh, una decina di anni dopo, all’inizio del 1978, un tale, Eric Clapton, incitó la folla a votare per il National Front (un misto fra Forza Nuova e la lega nord) durante un suo concerto, affermando che l’Inghilterra stava per diventare una black colony.

Poco dopo, David Bowie, affermó in un’intervista a PlayBoy che l’Inghilterra era ormai pronta per una dittatura fascista… poi smentí dicendo che al momento dell’intervista era banalmente strafatto… e del resto un androgeno in completo da SS faceva molto cool.

Come controrisposta nacque cosí Rock Against Racism.

Uno dei momenti catartici per il movimento fu nell’Aprile del 1978 quendo ci fu una grossa manifestazione che da Trafalgar Square arrivó fino a Victoria Park, cuore dell’East End, epicentro del supporto per il National Front.

Suonarono nomi come i Clash, X-Ray Spex, Steel Pulse e Tom Robinson.

Domenica scorsa, a 30 anni di distanza, sotto un po’ di pioggia, Londra si é ritrovata in Victoria Park per commemorare l’occasione… un concerto con una gran bella line up… gratuito… c’erano 100 mila persone… anche io 🙂

Nella line up: The Good the Bad and The Queen (col bassista dei Clash Paul Simonon), BabyShambles, fra gli elettronici (che non mancano mai in un festival inglese) Benga and Skream, Dee Jay Hype e un altra ventina di gruppi, gruppetti e grupponi: Hard-Fi, Patrick Wolf, The View, Get Cape. Wear Cape. Fly, The Paddingtons, Wiley, Roll Deep, Jay Sean, Jammer, Tinchy Stryder, Tom Robinson, Bashy, Natty, bishi, Heartless Crew, Helsinki, Hoodstars, Lil Rascals, The Thirst, Poly Styrene, Metz & Trix, Snakeyman, Don Letts, Jerry Dammers, Nihal, Lady Ny, Rugrat, The Tribunes, Ace & Invisible, Mistajam, Adelaide McKenzie, Drew McConnell (Babyshambles) & friends ft very special guests

e in moltissimi hanno fatto una cover dei Clash… che bei momenti!