Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
SARAH CONNOR MUST DIE
VARIE

DMZ MAY2008



Qualche anno fa, dire “Son stato al Dmz”, voleva dire avere ascoltato i migliori dj dubstep riuniti tutti insieme in un locale enorme, il Mass di Brixton (una chiesa sconsacrata!).
La festa in questione, creata dai residentissimi Digital Mysticz, pionieri tra i migliori produttori del genere, veniva fatta ogni 6 mesi.
Essendo un evento particolare, tutti i più importanti dj’s o amanti della scena eran presenti.
Son passati anni, ormai, e la dubstep, grazie anche sicuramente ad internet, ha avuto una crescita incredibile.

Il Forward, serata storica al Plasticpeople, è ormai diventata una serata settimanale e, visto che son sempre pieni, ora la spostano alla domenica!
Allo stesso modo, dopo aver avuto anche 3000 persone al Dmz, hanno giustamente pensato di farlo più spesso: ora è ogni due mesi, ma sicuramente in questa maniera diventa un po’ più una serata normale, ed alcuni dei miei preferiti djs mancavano all’appello…
Comunque, sabato scorso ho potuto giudicare l’operato di:

1. CHEF: Un tipino con gli occhiali, pure simpatico sembrava, ma vuoi che fosse il set iniziale, vuoi che sia il suo stile un po’ troppo
ricercato, m’ha fatto du palle così. Voto: 5

2. KROMESTAR: l’anno scorso è stato il giovane rivelazione (una specie di Montolivo dubstep…). Nel suo slot ha suonato abbastanza “tranquillo,” che ancora era presto, ma è la riprova vivente che ‘tranquillo’ non vuol dire per forza palloso o inballabile.
Suoni particolari e stile. Voto: 7.5

3. TES LA ROK vs CLOUD: il primo è famoso soprattutto per le sue tracce drum’n’bass, ma insieme a Cloud, ha sciorinato buone vibre, soprattutto verso la fine del suo set, quando s’entrava nella zona calda della serata (ed io cominciavo già a bollire…). Voto: 7

4. DMZ : Coki, Mala, Loefah sono i djs che compongono questa incredibile fucina di creatività. Riescono a produrre e inventare qualsiasi tipo di dubstep, ma soprattutto riescono sempre ad essere un po’ più avanti di tutti. I loro set nel momento clou hanno fatto saltare tutti, se la dubstep è cresciuta così tanto è molto merito delle loro tracce e delle loro serate! Esaltanti! Voto: 9.5

La serata sarebbe continuata fino alle 6 di mattina, con Peverelist, Goth-Trad, Geiom, ma non ce la facevo più e son andato tra le braccia di Morfeo…

P.S. Se qualcuno si trova nei paraggi, venerdì 23 maggio si fa la prima festa Gold a Londra!!