Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
LA TELEVISIONE È MATRIX
EVENTS

Scratchbusters



image

Il nome scelto per inaugurare la seconda stagione di Local Heroes è quello degli Scratchbusters. La loro storia è relativamente breve, ma già piena di onore e gloria. Lo scratch, nato per gioco, diventa presto una mania. La fotta aumenta a livelli esponenziali. I risultati sono un campionato del mondo Ida ed un disco, “Al cubo”, uscito lo scorso anno. Bioshi ci introduce il progetto.

File under: made-in-italy, scratchabbestia, bombe-a-mano.

Mi avvicino allo scratch circa sei anni fa, adesso ne ho 25. Ho iniziato quindi verso i 18, 19 anni, ma per 3 anni buoni posso dire di aver fatto le cose a caso. Attorno a me non c’era una scena.. non avevo colleghi o metri di paragone. All’hip hop invece mi avvicino tramite Gruffetti e Kaos, sentendo gli scratch nei loro dischi mi sono incuriosito. Tramite un amico selecter mi avvicino alla scratch ed entro subito in fissa. Ricordo bene i video degli Alien Army e di Tayone… inizialmente non ero neanche interessato a fare le gare, proprio per il fatto che, non avendo termini di paragone, non avevo un reale giudizio su me stesso. Tendevo anche a sottovalutarmi. Pensavo: “cazzo, andrò a fare una figura di merda.

Poi lo scherzo del destino: l’amico Faber lo iscrive, a sua insaputa, ad un contest: qui si qualifica per la finale dove incontra Drugo, suo futuro partner in crime negli Scratchbusters.

Abbiamo fatto 8 sfide, Gruff non riusciva a decidere. Poi l’emozione ha avuto la meglio, mi ha sfiancato e ha vinto Drugo. E’ capitato, la stessa sera, di andar a dormire da un amico in comune e così ci siamo conosciuti.

Nasce la crew a nome Scratchbusters, la fotta è totale. Bioshi vive a San Marino, Drugo a Roma. Le ore passate su skype sono parecchie.

Spesso ci vedevamo a Roma, passando interi week end a screcciare. Il vero problema era comprorre: io e Drugo eravamo infottatissimi musicalmente, soprattutto sull’elettronica. Abbiamo fatto un paio d’anni di serate… un po’ così così in realtà… poi ci siamo iscritti all’IDA come team.

image

L’idea è di essere originali. Suonare. Fare un qualcosa che non si sia mai visto. Spiazzare tutti.

Abbiam provato la routine per un mese e mezzo dalla mattina alla sera. Questo anche, dimostra se ci credi o meno. Volevamo fare qualcosa di moderno e fortunatamente la gente, ai mondiali, l’ha capito. Sono letteralmente impazziti. A Cracovia si respirava aria diversa..c’è un’altra scena, qui è più difficile fare questo tipo di cose. Ricordo bene quei giorni, ci siam fatti 1400km, portandoci la roba da casa, per poi chiuderci in albergo per 3 giorni. Il livello era alto. Confesso che ci cacavamo un po’ sotto: non siamo mai stati troppo sboroni o troppo sicuri di noi stessi. Abbiam fatto una routine che definirei quasi-demenziale: e conta che già gli italiani qui son visti maluccio. A parte Craim, Tay e pochi altri ovviamente… credo, fondamentalmente, che abbiano apprezzato la nostra originalità. Che è cosa rara in questo tipo di contest.

E’ passato un anno quindi, il ricordo della vittoria è già svanito.

Per il 2010 ci hanno chiamato a fare la giuria, inoltre abbiamo realizzato il video promo per l’IDA team. Non ci interessava andare a difendere il titolo perchè quello che dovevamo fare l’abbiamo fatto. In Italia, ad esser sinceri, dopo la vittoria dell’IDA, non è che le cose sian cambiate molto per noi..continuiamo a fare serate con locandine di merda in baretti di merda! (ride) A proposito dei set: ci piace svariare parecchio, Drugo è più elettronico, io più funk hip hop.

Bioshi, che proviene da una famiglia di strumentisti comincia con la batteria. Come Neffa.

Tornando al nostro set: ci sarà una routine strumentale, alcune parti di quello che abbiamo fatto al mondiale, un po’ di elettronica oltre a qualche campionamento dal vivo di strumenti vari come chitarra, flauto, armonica. Come noi, non ce n’è. E parlo di stile. Si può essere migliori o peggiori di di noi, ovviamente, ma difficilmente suonerai come noi. Lo stile è inconfondibile. Comunque, alla Creatività il set sarà anche electro.. inoltre mi piacerebbe far qualcosa con Millelemmi, magari farlo salire sul palco.. lui è uno che spacca. L’hai scritto che mi piace Millelemmi?

Yes.

image

Musicalmente mi piace molto l’hip hop della Def Jux.. cose come Aesop Rock, El-p, Madlib, tutto quelle cose con un’atmosfera dark. Poi certo, mi piacciono anche cose col “beattone” alla Premier, ma non sono cose che mi ascolto, magari le suono ad una serata. Adesso sto per uscire con un disco che ho realizzato con Sawerio che si chiamerà Saweshi..mi piace il timbro molto basso della sua voce. L’idea era di unire vecchia e nuova scuola, ci saranno Ramtzu, Millelemmi, Esa, Paura, Gruff, Dre Love, Goma e Zeta ed ovviamente Drugo e Pijei. Uscirà il 10 ottobre di quest’anno, ovvero il 10/10/10.

Il dj set di Scratchbusters è domani, 30 settembre, alla Casa della Creatività (viclo S. Maria Maggiore 1). Ingresso GRATUITO. Ore 19:30.

Ai ragazzi che si avvicinano ora allo scratch consiglio di comprarsi piatti e mixer e di screcciare il più possibile, ovviamente, ma soprattutto consiglio loro di confrontarsi. Perchè il confronto, non quello malato del tipo “io sono migliore di te”, ma quello buono, sano, proficuo, è quello che manda avanti le cose.

Per maggiori informazioni www.myspace.com/scratchbusters