Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
NON ABBIAMO TROVATO UN CAZZO!!!
ARTS

Rec



rec_poster

Regia: Jaume Balaguerò, Paco Plaza
Produzione: Spagna 2007
Durata: 85

Angela è una giornalista che lavora in un trasmissione televisiva dal titolo “Mentre voi dormite”: si occupa di tutti quei mestieri che si svolgono di notte mentre la gente “normale”, appunto, dorme. Questa volta trasmette da una stazione di pompieri di Barcellona: all’inizio tutto è tranquillo, quasi noioso.
Poi una chiamata notturna per quella che sembra una normale richiesta d’aiuto: la nonna di turno è rimasta chiusa in casa e c’è da tirarla fuori.
Angela ed il suo fidato cameraman si recano sul luogo assieme ai pompieri e lì avrà inizio l’incubo.

Girato in digitale, sempre seguendo il punto di vista del cameraman (che è poi l’occhio dello stesso regista) che non smette mai di riprendere, Rec sfrutta lo stesso meccanismo che ha decretato il successo di “The Blair witch project” e del recente “Cloverfield”: la telecamera a spalla per buttare lo spettatore nel vivo dell’azione e l’infantile ma innata paura dell’uomo per ciò che è buio e nascosto.

Come sempre in questi casi fa più paura quel che NON si vede rispetto a ciò che è visibile sullo schermo: la strega di Blair non si è mai vista in tutto il film ma ogni spettatore l’ha immaginata nella sua testa come l’archetipo delle proprie personali paure.
Rec funziona in questo modo aggiungendo però una seconda metà del film decisamente più splatter, con sangue in quantità e cadaveri che hanno il brutto vizio di non voler restare fermi.
Aggiungete a questo una buona recitazione da parte dei (pochi) attori ed un ambiente claustrofobico , perfetto scenario per una mattanza, ed il miglior horror di questa prima parte dell’anno è servito.
Riuscito.