Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
VERSO L’INFINITO ED OLTRE
LOCAL HEROES

Adriana Hamilton



In parte scozzese, in parte livornese, totalmente devota alla musica.

Questa è Adriana Hamilton, cittadina del mondo.

Ho vissuto in Inghilterra per tre anni, stavo a Brixton, nel ghetto giamaicano. Ho fatto cose assai diverse fra loco, ho bazzicato nei circuiti della house ma mi sono anche prodigata nella versione rnb di Romeo e Giulietta. A 19 anni.

Un talento così giovane non è un caso del destino. Adriana è figlia di un musicista.

Mio padre, musicista, lavorava nella musica italiana. Mi fece provare a cantare da piccola, mentremio fratello più grande suonava il pianoforte. Mi faceva fare cose di musica lirica, e così, ecco che ad 8-9 anni mi ritrovo primo soprano.

Non mancano gli studi classici, in questo caso violino al conservatorio.

Ho suonato il violino in un’orchestra e questa cosa mi ha portato a conoscere, verso i 16 anni, un produttore di Massa Carrara, che mi propose di lavorare in un progetto di pop-hip hop.

La cosa poi, in effetti, si concretizza, ma Adriana decide comunque, da donna di mare, di mollare gli ormeggi per salpare alla volta di Londra.

A Londra mi sono ritrovata a cantare su un pezzo, non dirò quale, che poi è finito nelle radio in Inghilterra. Ma non ero molto convinta.

Adriana torna così in Italia, dove incontra dj Alik. Lui fa le basi, lei canta, il connubio è fatto.
Esce “Things we do”, una collaborazione con Jordan.

Direi che il mio forte, se così si può dire, è l’improvvisazione sulle basi. Dopo questi primi lavori insieme, Alik decide di portarmi a Milano, alla Funkyamama dove conosco Esa e Tormento. Ricordo che mi chiamarono subito a fare uno show con loro. Continuo a girare assieme ad Alik, persona che, musicalmente, stimo molto, perchè la fa (la musica) col cuore, ed ha un suono originale.

Segue un’altra esperienza, verso una direzione differente: un inedito, su base house, dal titolo “Silk” uscito su Ibiza Global Radio, in streaming in tutto il mondo.

Sicuramente una delle esperienze più belle della mia vita.

Dalla house, il viaggio umano e musicale si sposta in direzioni funk, “cose come Chaka Khan”
come dice lei.

Al Leoncavallo conosco Fadamat, e così cominciamo a scrivere cose assieme. Tra queste c’è “Un soffio di pace” uscita su una base di Michel dei Metrostars. Ne abbiamo fatto anche un video.

Il video in questione è questo:

E’ del settembre 2010, invece, l’uscita dell’EP “The secret” disponibile in free download.

Sono molto professionale quando lavoro, questo grazie al background che possiedo, ed al lavoro svolto con l’orchestra.

Non finisce qui la voglia di tracciare nuove rotte musicali, come nel progetto Adriana Hamilton & the wishing band (funk/soul/reggae) ed in quello Cuba Connection (jazz/acid jazz/lounge con tanta improvvisazione).

Per catturare le energie delle persone è necessaria una buona melodia. Un bel testo, con una brutta melodia, semplicemente non funziona.

Non mancano anche brani di sola chitarra e voce oltre ad una collaborazione sul nuovo disco di
Fadamat, un brano nel prossimo disco di Skizo ed un altro in quello di Yoshi.

“In India è rinforzata la mia passione per la musica, per vivere, per viaggiare, per conoscere, per
assorbire. Ma non mi piace molto parlare di me stessa. Vorrei trasmettere positività, sono una
persona molto spirituale e vorrei lasciare un messaggio positivo.

Ma questo è un segreto, non ditelo a nessuno.

Potete trovare Adriana Hamilton su facebook come Adriana Salvadori Hamilton. Il suo myspace è www.myspace.com/adrianashamilton mentre altri dettagli sulla sua musica possono esser trovati
su www.funkyamama.com e www.canforaaa.com, per The Wave Invasion, nella sezione Hitz.
Inoltre potete dare anche un’occhiata su www.zkhhp.com (Zona calda hip hop planet). Infine potete
scrivere ad Adriana qui: adrianahamilton@yahoo.it

Top 5 di Adriana Hamilton in nessun ordine di preferenza

  • Erikah Badu
  • India Arie
  • Chaka Khan
  • Mos Def
  • Aretha Franklin

Vuoi promuovere la tua musica, cricca, scena, posse su Goldworld?
Scrivici a redazione@goldworld.it