Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
ELEMENTARE, WATSON!
MUSIC

Velhè sfoga la sua energia su Satriani



Per motivi che non sto qui adesso a spiegarvi (per non annoiarvi, non per fare quello che se la tira) ultimamente mi capita di guardare molti video sul tubo in aggiunta a quanto trasmettono in televisione.

Così, fra un video tutorial per la preparazione delle polpette di pollo al forno ed una replica di un “Medico in famiglia”, mi sono ritrovato a guardare il video che accompagna Satriani, primo singolo di Velhè dopo l’uscita del suo nuovo album IHX, acronimo di Italian History X.

Il brano è un pugno in pancia, di quelli che ti tolgono il respiro e ti costringono a terra: Velhè, catanese doc, non è proprio un tipo amichevole, o meglio, non lo è con chi non porta rispetto a lui e alla sua famiglia, a quelli che anni addietro si sarebbero chiamati Homiez, quindi non rompere il cazzo e portagli da bere, come dice lui nel ritornello. Il nemico è l’infame, e se leggete la bio sulla sua pagina facebook è anche facile capire perchè.

La base, prodotta da Master T come il resto dell’album, non lascia un attimo di respiro, e si mescola alle rime dell’emcee in una sincronia perfetta, esaltata dal buio e dall’oscurità del video.

Da vedere ed ascoltare con le dovute precauzioni, un giubbotto antiproiettile non farebbe male. Io torno a preparare le polpette insieme a Nonno Libero…