Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
PROFEZIA CHE MALINTERPRETATA PUÒ ESSERE STATA
LOCAL HEROES

JungleTrain



Dal death metal alla dubstep stelle e strisce il passo è breve.

O no?

Questo è il percorso musicale di Jungletrain, affiliato alla Gold Crew, dj e produttore sospeso tra dubstep e glitch-hop.

Mi sono avvicinato alla console nel 2001, ascoltavo techno al Jaiss. Quello è stato il mio primo approccio al mondo dell’elettronica dato che prima ascoltavo death metal. Ho continuato con questo stile fino a circa tre anni fa, senza troppi risultati, almeno nei club, ad esser onesto.

La classica folgorazione sulla via di Damasco, musicalmente parlando, avviene a 180 BPM, con la scoperta dei mitici dischi dei Congo Natty.

Mi sposto verso la Jungle con i Congo Natty, la drum n bass ancora era perlopiù relegata ai rave. Poi comincio a diventare un assiduo frequentatore delle serate Alter Nite e a frequentare il negozio di dischi del Danex. Pensa che inizialmnte odiavo la dubstep. Non reggevo una serata intera.

Anche i gusti musicali cominciano a differenziarsi, spostandosi sempre più dal vecchio continente verso gli Stati Uniti, attirato da nomi come DatSik, Excision, Liquid Stranger, Skrillex.

La dubstep europea è più legata al club, quella americana è più sincopata, più potente, ritmicamente mi ricorda il death metal, che è l’inizio del mio percorso musicale.

Il viaggio in note di Jungletrain prosegue verso territori ancora da mappare, in questo il Glitch-hop, stile nuovo nel quale si cimenta per la produzione di nuove tracce.

WAR SUN – JUNGLETRAIN by JUNGLETRAIN

È in questo momento che nasce l’idea di creare un collettivo, un network per scambio di idee, produzioni, serate. Un network che parte da Facebook ovviamente (poteva essere altrimenti?) e che al momento connette Firenze con Parma e Cesena sotto la la bandiera del movimento dubstep. Ma altre bandierine stanno per esser messe sulla mappa, prossime mete Bologna e Milano.

Tutto è nato da Facebook, attraverso il passaparola ed i contatti con crew come Lab Frequency di Parma (che sono un’ala degli Ematoras). Proprio a Parma, lo scorso primo aprile abbiamo fatto una serata di lancio del network, denominata Bass Pusha e grazie all’aiuto di Ga Da che è l’anello di congiunzione tra Firenze e Parma.. Devo dire che i risultati sono stati ottimi. A Firenze la serata di lancio non c’è ancora stata, ma è questione di tempo. A Milano siamo in contatto con Dubzoo e prossimamente anche loro entreranno a far parte del network. C’è un bel confronto tra scene.

Alcuni mix di Jungletrain si possono trovare su www.mixcloud.com/jungletrain mentre le sue produzioni possono essere ascoltate su www.soundcloud.com/jungletrain. Non manca la pagina facebook di Jungletrain ed ovviamente quelle dei gruppi Dubstep Firenze, Dubstep Cesena e Dubstep Parma.

La prossima occasione per ascoltare Jungletrain è per questo giovedì, 5 maggio 2011, alla Casa della Creatività all’interno della rassegna Local Heroes. L’ingresso è gratuito.

Si segnala inoltre l’incontro meeting tra crew dubstep il prossimo sabato 7 maggio allo Skatepark di Comeana (Prato) con la crew di Gold, Numa, Akme, Nuclear Child, OTK ed i guest di Rookie e Sister F.

Top 5 di Jungletrain in nessun ordine di preferenza:

  • Specialist n Tru Skool – Dhaaru Pee Ke (liquid stranger remix)
  • Bassnectar – Boombox (Datsik Rmx)
  • Excision & Datsik – Swagga
  • Excision – Retreat
  • Liquid Stranger – Ripple

Vuoi promuovere la tua musica, cricca, scena, posse su Goldworld? Scrivici a redazione@goldworld.it