Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
TENDENZIALMENTE PARLA AGRICOLO
ARTS

Incroci – Percorsi e Ibridazioni dal Writing al Contemporaneo



Foto di: Davide Farabegoli

Sarà visitabile fino al 5 maggio 2024, nel borgo storico di Verucchio (Rimini), la mostra di street art “Incroci – Percorsi e Ibridazioni dal Writing al Contemporaneo“, promossa e organizzata dal Comune di Verucchio e dalla cooperativa Atlantide.

Verucchio, si conferma così crocevia di culture e amplificatore della creatività di frontiera, attraverso le opere del collettivo Segnali Urbani. In un dialogo costante con il territorio, Burla22, Basik, Enko4, Jato, Mozone, Reoh, Tomoz e gli ospiti Chob e Mind innescano una riflessione sulla metamorfosi costante della libera arte di strada.

Curata dallo stesso team di Segnali Urbani e con il contributo critico di Gian Guido Grassi di stART Attitude, l’esposizione ‘diffusa’ si inserisce nei luoghi che formano il tessuto urbano coinvolgendo la Rocca Malatestiana e la ex Chiesa del Suffragio. Due luoghi dalla storia antichissima, scelti come potenziali nuovi ‘contenitori’ e spazi espositivi, che diventano un ponte tra l’arte tradizionale e le nuove forme di espressione e arricchiscono la vita culturale dell’intera comunità.

Locandina Incroci – fronte
Locandina Incroci – retro

Come cita Gian Guido Grassi nel testo introduttivo alle opere: ‘’Torniamo al presente e ammiriamo le opere degli artisti in mostra: la mano logo tipica di Basik, le illustrazioni su materiale riciclato di Burla22, le composizioni alfabetiche di Chob, i personaggi degli anime giapponesi dipinti con spray e marker da Enko4, lo stylewriting di Jato, le sculture di Mind dove il lettering invade la terza dimensione, i characters ironici di Mozone, le geometrie codificate di Reoh, Big Jeeg e il ciclo L’Arca di Cioè di Tomoz che raffigura coppie di animali surreali […]. Ci accorgiamo subito della diversità degli esiti espressivi a cui ha condotto una comune esperienza. In ogni opera ritroviamo, però, una energia comune che rinnova i linguaggi delle avanguardie e delle ricerche del ‘900.’’

Domenica 24 marzo la mostra è stata inaugurata con una festa, un momento di partecipazione e incontro tra gli artisti, gli appassionati e tutta la cittadinanza.

Prosegue nelle prossime settimane il calendario di iniziative; Incroci sarà infatti accompagnata da eventi collaterali, interventi, workshop didattici e approfondimenti.

Il 6 aprile dalle 17.00, ci sarà la possibilità di partecipare all’iniziativa gratuita Editoria Underground, con Lino Ganci, Pietro Rivasi, That’s Amore Magazine, Club 27 e Mornin’ Glory.

Il 21 aprile dalle 15.00 si terrà il workshop ‘Writing in Rocca’ condotto dall’artista Burla22 e aperto a chiunque voglia cimentarsi nell’arte del writing. Il workshop è incluso nel biglietto di ingresso della Rocca.

Domenica 5 maggio, ultimo giorno di apertura della mostra, ritrovo nuovamente in Rocca dalle ore 17.00 per la presentazione del progetto ‘’Frontiera-40 – Italian Style Writing 1984-2024’’ a cura di Fabiola Naldi per MAMbo, live concert dei Low Faro e brindisi di chiusura. L’ingresso è gratuito.

Dal 30 marzo al 4 maggio la mostra è visitabile negli orari di apertura della Rocca Malatestiana con biglietto di ingresso al sito. La ex Chiesa del Suffragio, ad ingresso gratuito, è aperta al pubblico tutti i sabati e domeniche mattina dalle 10.00 alle 13.00 e su prenotazione.

Per informazioni e prenotazioni:
0541 670280 | roccaverucchio@atlantide.net