Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
QUESTO CHOPPER DI CHI È?
STORIES

Andate a votare alle elezioni europee!



Votare è sempre maledettamente importante. Prima di tutto perché se non lo fate voi, qualcun altro al vostro posto lo farà.

E prenderà le decisioni al vostro posto.

Vi sembra poco questo primo motivo?

Sì!

Ok, continuiamo.

L’Unione europea è la prima conquista della storia che non si è ottenuta con il sangue di guerre, ma con il frutto di più accordi tra stati che per anni si erano fatti la guerra.

E allora?

Se non te ne frega nulla, è solo perché il sangue di quella guerra non era il tuo.

Mmmm…ok!

Le elezioni europee sono le più importanti di tutte.

Ma che dici?

Come? Non è vero? È vero eccome.

Esiste una gerarchia delle fonti per cui una legge europea è in pratica, più “potente” di una legge nazionale.

Stai parlando come se fossero carte per giocare a Magic…

Quindi, di conseguenza, scegliere chi ti rappresenta al parlamento europeo è più importante di scegliere chi ti rappresenta al parlamento italiano.

Questa cosa delle gerarchie delle fonti manda in bestia i sovranisti.

Ad esempio, l’Europa ha votato che una parte delle coste marittime di ogni nazione devono essere libere: tutti devono accedere alle spiagge ed essere liberi di prendere il sole, giocare sulla spiaggia ecc.

Bello!

Eh sì! La quantità di spiagge private che ci sono in Italia è impressionante e, lo sa bene chi viaggia un pochino all’estero in vacanza, non c’è paragone con nessun altra nazione europea.

Che merde…

Non solo, l’Europa ha votato che le spiagge private devono essere riassegnate ogni tot anni con bandi pubblici, cosa che in Italia non avviene quasi mai. Ci sono spiagge possedute in concessione da più di cento anni.

Vabbè le spiagge… ma il resto non è importante!

No, non è così. L’Europa decide su tutto: agricoltura, alimentazione, ambiente… e questa è solo la lettera A.

Ma chi cappero voto?

Il voto europeo è anche il più democratico.

Infatti, oltre il partito potete scegliere anche la candidata o il candidato, scrivendo la preferenza. E come dal gelataio, ce ne sono veramente per tutti i gusti.

Dal Generale che fingeva di inciampare per toccare la pelle di un nero per vedere se era uguale alla sua, allo scrittore della Transnistria che tifa Putin peggio di un papaboys.

Questi due fanno schifo!

Motivo in più per andare a votare, e non permettere a questi due di vincere con il voto di qualcun altro.

Sì ma chi voto?

Qui c’è la lista completa.

Ma sono tantissimi!

Cercate la vostra circoscrizione, sono poche, 5, fin qui è semplice. Poi cercate i partiti a cui siete più vicini e googlate i nomi. Sui social, su instagram, ci sono quasi tutti. Leggete i programmi, quello che dicono, le loro parole.

Poi scegliete.

Cavolo, ma è faticoso.

Avete presente quando sentite una stronzata in TV su qualsiasi argomento? Dalla farina di grilli nascosta nel pane, a vietare la cannabis light o, come qualcuno ha fatto in Germania, le riunioni per cacciare i cittadini di origine africana dall’Europa? Beh, quelli qualcuno li vota, quindi sta a noi tutti votare un’alternativa alle stronzate.

Sì… boh!

Ancora non vi ho convinto?

Trasferitevi in Corea del Nord.

Lì un cicciobello sceglie tutto e non avrete niente da votare.

Buon voto.