Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
TU NON PUOI REGGERE LA VERITÀ
STYLE

L’angolo dell’astrologia: L’oroscopo di Chloé




Illustrazione di Joachim Berg

Ariete

(21 marzo – 19 aprile)

E’ l’inizio della primavera, lo sprigionarsi della vita, il principio di tutto. E’ la nascita, il bambino, l’io all’ennesima potenza. Il ritmo vitale è accelerato, l’impulso alla conquista una necessità, l’affermazione di sé un adempimento. Forze nuove si liberano, dritte, tese verso la meta.
Marte, il dio della guerra, della lotta per la vita, governa questo segno di fuoco. Il simbolo del pianeta rappresenta “l’energia che va verso” che sprigiona dallo spirito del soggetto nel mondo esterno. Un’energia creatrice e distruttrice al tempo stesso, coraggiosa, intuitiva e generosa, ma capace di sconvolgere tutto in un attimo se la noia e l’agitazione si impossessano di lui….
Sì perché l’Ariete ama le novità, le grandi imprese, i progetti da realizzare. Qui sarà il leader carismatico, il numero uno, il trascinatore proiettato verso l’avvenire, la guida che tutti vorremmo per lanciarci sicuri alla conquista di nuovi orizzonti, territori, pensieri …

Toro

(20 aprile – 20 maggio)

Calma, non c’è fretta. Perché agitarsi tanto quando ci si può godere il profumo dei fiori, il venticello fresco, il sole che scalda dolcemente. Il simbolo del segno parla chiaro. Il toro, la giovenca, sdraiata placidamente sui pascoli verdi, aspetta. Ma in questa attesa, che può far impazzire i segni più nervosi, qualcosa accade dentro di loro. Pianificano, lavorano, pazienti e silenziosi. Questo è il loro momento. Anche se apparentemente sono statici, fermi, stanno gettando le solide fondamenta per il loro futuro e intanto attendono. Quando meno se lo aspettano, i segni più agitati, saranno sorpresi dal loro “lento” amico che nel frattempo li ha superati senza che loro se ne accorgessero.

Gemelli

(21 maggio – 20 giugno)

L’ultima mostra, film, convegno, disco del momento? Chiedete al gemelli. L’ultima teoria politica, disciplina psicologica, semiotica, antropologica? Chiedete sempre al gemelli. Di tutto sa qualcosa e lo descriverà con grande eloquenza e ricchezza linguistica. Sì perché lui ama le parole. E con queste giocherà fino a farvi impazzire con satire e frasi esilaranti capaci di comunicare con poche parole l’intero quadro senza la necessità di scavare in tanti dettagli. Sì perché chiedetegli di soffermarsi troppo a lungo sullo stesso argomento e lo vedrete guardarsi nervosamente attorno alla ricerca di qualcun altro con cui parlare. E’ frustrante, lo so, accorgersi che la persona che poco fa vi dedicava un interesse sincero e vivace, un attimo dopo sembra non sentire più una parola di quello che dite … Non è incapace di concentrarsi e nemmeno è assente. Semplicemente troppe cose attirano la sua attenzione. La farfalla dello zodiaco in questo mese è baciata dalla grazia di Venere, lasciamola quindi libera di volare.

Cancro

(21 giugno – 22 luglio)

Un passo avanti, due indietro. Uno di lato e poi ancora avanti. Un rapido sguardo al futuro e poi ancora una lunga immersione cullante nel passato. Ma adesso non vi è permesso. L’universo vuole qualcos’altro da voi. Dovete integrare gli archetipi del cambiamento, della morte e della rinascita. Dovete osare, buttare via quella vecchia bottiglia di plastica, quel vecchio pezzo di spago, quei ricordi di un amore perduto che non vi permette di andare avanti. E’ vero, se chiudete gli occhi e tenete duro, attaccati al vostro vecchio io, forse passerà. Ma per quanto tempo potrete fare finta di niente? Quanto a lungo durerà la calma apparente?
Lo so, lo so, volete aspettare la luna piena prima di prendere qualsiasi decisione, e sia. La vostra natura sensibile non vi lascia liberi di agire con troppa violenza e immediatezza. Prendetevi il tempo che vi serve ma agite. Rimandare non servirà a scacciare le divinità di Urano e Plutone dalle vostre porte. Occorre rendergli omaggio.

Leone

(23 luglio – 22 agosto)

Dietro l’apparente mondanità e vanità dei segni di fuoco è sempre nascosto un bambino che vive la vita come un mito. E il Leone, più degli altri due segni di fuoco, ama fare un mito di se stesso. Persino il Leone che si nasconde dietro il cinismo del mondo, nell’intimo è un incredibile romantico. E se la vita non è all’altezza delle sue grandi aspettative, se la mediocrità e la piccolezza prendono forma e sopravvento sui suoi alti ideali e desideri di grandezza, vedrete il micione perdere la sua criniera e divenire un animale miserabile, chiuso e distaccato. Ma se riesce a rimanere fedele alla sua visione, abbandonando le pretese che il mondo esterno si conformi ai suoi ideali, allora sarà l’eroe all’altezza del suo sogno e vedrà che la folla si inchinerà al suo cospetto, affascinata dalla dignità del suo signore.

Vergine

(23 agosto – 22 settembre)

Nessuno è più discriminante della Vergine. Un semplice sì e un semplice no non bastano; è sì per questa parte e forse per quella, e probabilmente no per quella parte centrale a meno che A o B possano cambiare, e certamente no per l’ultima parte. Nulla sfugge alla sua fine analisi. Tutto è osservato al microscopio: amici, amori, letture, abiti e state pur certi che se c’è un’imperfezione lei l’avrà già vista e analizzata prima che voi ve ne possiate accorgere. Ma se siete entrati nelle sue grazie, se avete superato il difficile test di ammissione della sua a volte diffidente, auto protettiva osservazione, beh significa che ha stima di voi e della vostra intelligenza: siatene fieri. Imparare ad integrare l’elemento caotico, destabilizzante e imprevedibile della vita, la lezione di Marte e Nettuno in opposizione sull’asse Vergine – Pesci di questo mese.


Wallpaper di DMyHDWallpapers

Bilancia

(23 settembre – 22 ottobre)

L’amore sì certo. Tutti sanno che è molto importante per la Bilancia, segno di Venere, sinonimo di grazia e bellezza. Ma non semplifichiamo. L’idea dell’amore della Bilancia non necessariamente indica un tenero tête – à – tête intimo e delizioso. Più probabilmente avrà elaborato elucubranti teorie sul concetto di amore e di relazione, di matrimonio e di coppie di fatto. Se desiderate conquistare una Bilancia, fatelo con stile. Per questo segno il corteggiamento è un rituale di amore cortese, completo di gesti, parole, profumo, lenzuola di seta e luci soffuse. Bilance non lo dimenticate. Non lasciatevi prendere dalla paura della solitudine che spesso vi fa perdere la vostra consueta lucidità. Non siate troppo accomodanti con i vostri partner e non vi accontentate. L’amore è un arte e voi ne siete i messaggeri sulla terra.

Scorpione

(23 ottobre – 21 novembre)

Non tentate di nascondere un segreto allo Scorpione. Lo scoprirà. Scaverà silenzioso nei meandri delle vostre menti fino a quando non l’avrà scovato. Più il vostro segreto sarà oscuro e imbarazzante e prima sarete smascherati. Ma non chiedetegli di spiegarvi come ha fatto. Lui semplicemente sa. E’ un istinto primordiale che lo guida, la consapevolezza che gli esseri umani non sono buoni e cari come sembrano. Chiamatela diffidenza. Lui la chiamerà puro realismo. Fin dall’infanzia vede attraverso l’ipocrisia e l’inganno col suo fiuto curiosamente acuto per le correnti sotterranee della vita. Uno psicologo naturale, senza bisogno di schemi e teorie. L’unico modo per capirlo è osservare i suoi silenzi. Quando lo è stato troppo a lungo capirete che qualcosa lo turba e lo preoccupa … lasciatelo elaborare in pace e tornerà presto da voi. Un mese ricco e pieno cari Scorpioni. Questa primavera, con il suo esplodere di amori e di colori, è decisamente la vostra primavera.

Sagittario

(22 novembre – 21 dicembre)

Per il Sagittario la vita è un’avventura, un viaggio, una ricerca. Il punto non è l’arrivo, ma il percorso. Rendere questo viaggio il più interessante, vario, vasto e istruttivo possibile. Il suo innato ottimismo e fiducia nella vita lo porta a sperimentare, esplorare, provare ciò che altri segni più timorosi e pragmatici non osano neanche immaginare. Il Sagittario sa cogliere le occasioni, riesce ad individuare un potenziale o un possibilità a cinquanta chilometri di distanza. Sarà quindi lui che spesso vincerà un premio, avrà una pubblicazione e incontrerà il produttore discografico alla ricerca di una nuova voce. Chiamatela fortuna. Io la chiamerei piuttosto visione e coraggio. E risparmiatevi le paternali sul valore del duro lavoro e della disciplina. Al Sagittario non interessa. Lasciatelo fare ai Capricorni e alle Vergini. Viaggi del corpo e viaggi dello spirito entreranno nelle vostre vite Sagittari. Ma non sarà il solito viaggio con Nettuno in aspetto. Temporeggiate un attimo prima di lanciarvi in questa impresa.

Capricorno

(22 dicembre – 19 gennaio)

Il Capricorno spesso è una figura solitaria, isolata, che scala la sua montagna privata. E talvolta non si permette di accettare né aiuto né comprensione quando il cammino è aspro. Grazie tante, si arrangerà da solo. E’ difficile fare un favore a un Capricorno. Sa dare, ma spesso non riceve serenamente. Ha il terrore di essere dipendente e debole. Beh è giunto il momento Capricorno di ammettere che hai bisogno di aiuto. Non sono anni facili per te, tre pianeti lenti ti costringono a demolire le tue sicurezze e strutture, a rivedere i tuoi schemi e le tue routine. Certo, il tuo pragmatismo e autocontrollo non ti permettono di perdere le staffe pubblicamente e non ti troveremo certo in una taverna decadente ad annegare i tuoi dispiaceri nell’alcol come potrebbe fare un Pesci. Certo che no, mantieni sempre una tua dignità. Ma per quanto potrai mantenere intatta la tua armatura?

Acquario

(22 dicembre – 19 gennaio)

Liberté, egalité, fraternité. Gli ideali della rivoluzione francese sono fra i tanti formulati dalla mente dell’Acquario rivolta al futuro. Eppure, come spesso accade Acquari, i vostri ideali sono troppo avanti rispetto allo spirito dei tempi. E voi scalpitate impazienti. Che noia aspettare questa lenta umanità che non capisce. Vanno compresi. Sono esseri umani e non possono essere spiegati e governati semplicemente seguendo teorie politiche e sociologiche, per quanto all’avanguardia esse siano. Flessibilità, pazienza e tolleranza per i limiti della natura umana sono indispensabili affinché un ideale prenda forma. E voi non siete particolarmente dotati di queste tre cose. Idee, intelligenza prometeica, intuitiva, sensibilità sociale questo sì. Ma che non vi chiedano di capire i piccoli problemi personali individuali. Li ascolterete, perché siete un amico, ma non verranno considerati all’interno del vasto schema che state elaborando. Quale importanza può avere l’interesse del singolo di fronte al bene della collettività?

Pesci

(19 febbraio – 20 marzo)

Chi ha un amico, una madre, o un fratello Pesci conosce perfettamente questa sensazione. Lo schema è sempre lo stesso. Dopo aver parlato per ore dei tuoi problemi – sentendoti ascoltato come non mai – e dopo esserti cullato in quell’empatia e saggia comprensione ed aver accolto consigli preziosi, ti fermi un attimo e chiedi al Pesci: ma TU come stai? E d’improvviso, tutto quel caldo umorismo, tutta quella loquacità, svanisce come per incanto ed una risposta evasiva rapidamente glissa su un altro argomento. Il pesci scivola tra le tue dita e si tuffa nel suo mare insondabile e misterioso. Non ti offendere. Non è che non vuole confidarsi con te. Semplicemente non sa parlare di se stesso. Perché il Pesci è contemporaneamente tutti e nessuno. La sua empatia e fluidità lo porta ad identificarsi naturalmente con tutto il genere umano, cosa che fa di lui un grande attore. E più il personaggio sarà problematico, più sarà scartato e disprezzato dal resto dell’umanità e più il pesci ne sarà attratto. Nettuno nel segno può portare ad un abbassamento di energia. E’ arrivato il momento di prendervi cura di voi. Gli altri, per il momento, possono aspettare …