Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
MA DICI A ME?
EVENTS

Mala in Cuba? No, a Firenze!



 

“Mala in Cuba” è senza ombra di dubbio uno dei lavori più importanti in ambito musicale usciti negli ultimi anni. E non mi riferisco semplicemente alle vibrazioni (eccelse) generate , ma alle coordinate geomusicali che il disco riesce a tracciare, unendo la world music con l’universo della scena bass, già di per sè ampio e difficilmente catalogabile.

Non è affatto un caso quindi che tra i maggiori promotori di questa mappa sonora compaia Gilles Peterson vero e proprio guru internazionale di tutto ciò che è world.

Mala, rinomato produttore dubstep (Digital Mysticz? Yeah!) si è fatto un giro nell’isola caraibica entrando in contatto con l’incredibile fauna sonora locale per poi riportare la sua esperienza all’interno del proprio mondo musicale. Il risultato è “Mala in Cuba”, disco nato per mettere in discussione le precedenti definizione di genere, che sarà presentato domani sera all’Auditorium Flog di Firenze (via M. Mercati 14, apertura ore 22, ingresso 5/8 euro).

La produzione, ad opera di Vibranite, Flog e della prestigiosa Redbull Academy, metterà sul palco oltre al producer inglese, impegnato su un mixer a 24 canali, anche il tastierista Swindle (già autore di una dubstep che strizza l’occhio a più riprese alla scena jazz) ed il percussionista Changuito, musicista cubano a cui viene anche dedicato un brano sul disco.

Altre due le chicche dell’evento, date dalla presenza dell’inossidabile Numa Crew e di Macro Marco.

Inutile dire che la serata si presenta come imperdibile per gli appassionati del genere e, mi auguro, anche per i non appassionati: il passaporto in questo caso non serve più.

Lasciatelo a casa.