Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
HA BEVUTO L’ACQUA DEL PORCELLINO
STORIES

Vite come l’Oro* La silenziosa città della Morte



Questa Rubrica raccoglie e ripropone- via film, album e romanzi- le storie (REALI) delle figure e le vicende più triviali e particolari del nostro mondo, coloro che lo valorizzano, che lo rendono insensato e perfetto.

cyparis

La notte del 7 Maggio 1902, August Cyparis  uomo afro-carabico di 27 anni si ubriaca e fa scoppiare una violenta rissa in un bar o nella strada di fronte. Uomo viene fermato dalle forze dell’ordine e rinchiuso in cella per assalto. Ci troviamo nella città di Saint-Pierre, florida e storica capitale delle Isola Martinicca, città sorta all’ombra del vulcano Mount-Peleé. Quella notte il vulcano erutterà sommergendo la città in un manto di lava. Auguste Cyparis sarà ritrovato mezzo carbonizzato quattro giorni dopo ancora nella cella. E’ l’unico sopravvissuto in tutta l’isola all’eruzione.

Salvato dalle spesse mura isolanti della sua prigione, Auguste si ritroverà con terribili ustioni sul tutto il corpo che lo caratterizzeranno per il resto della sua vita: perdonato per il suo crimine (benché non sarà mai chiaro di quale si trattasse) cambierà il proprio nome in Ludger Sylbaris e comincerà una florida carriera come animatore nel popolare circo Barnum & Bailey in giro per gli Stati Uniti, esibendo le sue orribili cicatrici e raccontando la vicenda miracolosa della sua salvezza.

Prison_Saint-Pierre_Martinique

La cella che salvò August vista oggi 

Oltre al concetto di miracolo, la sua sopravvivenza si deve alla fortunata posizione della cella, isolata e situata sottoterra, con l’unico pannello di areazione che guardava opposto al vulcano. Ricoperta di lava per quattro giorni,sua prigione ha fatto da infernale forno, così che Cyparis ha dovuto rimanere disteso per terra quasi immobile respirando debolmente dall’unico spiraglio d’aria vicino alla porta finché non fu trovato grazie alle sua grida e liberato.

Un evento eccezionale, che coniare ‘miracolo’ fa paura: Cyparis infatti non risultava affatto un santo. L’episodio di violenza che lo fece arrestare pare fosse stato preceduto da diversi altri casi, per quanto ovviamente non ci sono né testimoni né documenti per confermarlo.

Eppure per molti qualche senso miracolato c’era, una piccola redenzione, un destino che lo ha reso unico sopravvissuto ad un notte in cui persero vita 30-40.000 persone.

Piace inoltre considerare un ultimo pensiero, un’ulteriore versione della vicenda, dove il giovane Auguste Cyparis aveva in qualche modo ‘sentito’ la catastrofe imminente, ne abbia sognato il dolore ed il calore, e così ha cercato di avvistare gli abitanti di Saint-Pierre… che scambiarono i suoi sforzi nei deliri di un pazzo.

circo nero