Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
QUI NON SI BADA A SPESE
TECH

I grandi misteri dell’universo Pokémon



Pokémon e l’incredibile merchandise che ha travolto l’intero mondo fin dalla fine degli anni 90 è un mistero in sé. Un mistero per la popolarità e la natura del gioco-universo (la chiesa ne ha denunciato più volte i ‘pericoli’ e ‘controversie’), fatto di strane creature sottomesse dall’uomo, fatte combattere tra di loro per aumentare l’energia, e fatti rinvenire con pozioni e strane terapie istantanee gestite da cloni.

Ma queste sono piccolezze. Parliamo dei veri misteri del mondo Pokémon, suscitate e teorizzate dai più appassionati fan.

1. LA SEGRETA GUERRA DEL MONDO POKEMON.

Secret-Mission

Una delle prime grandi domande che sorsero negli storici giochi Rosso e Blu (1997) per GameBoy color era: cosa ci fanno tutti questi ragazzini a giro per strada? Dove sono i loro genitori? E soprattutto, dove sono i genitori del protagonista? Oltre ai capipalestra pare ci sia un numero veramente limitato di adulti. Dunque su queste basi è nata un’accesa teoria che l’intera regione di Kanto (dove è ispirato il gioco) è in guerra. Professor Oak infatti starebbe raccogliendo con il suo geniale Pokédex informazioni su quali Pokémon sono sopravvissuti ai conflitti e quali invece sono estinti. Ma andiamo avanti.

2. I POKEMON SONO CIBO?

Edible_Magikarp

Durante il videogioco ci sono pochi riferimenti al cibo ed il mangiare in se, seppur queste ‘creature’ producono uova (Chansey e Blissey) , latte (Miltank) alcuni sono addirittura formati da funghi (Paras e Parasect).

I Pokémon va notato sono cacciatori e si cacciano a vicenda: nella guida ufficiale al Pokédex risulta che: “Quando cacciano, Pedgeot vola a grande velocità per catturare pesci ignari dell’attacco come Magikarp.”

Ho mal di pancia quindi andiamo avanti.

3. DITTO E’ UN CLONE DI MEW VENUTO MALE.

ditto mew

Come molti sanno, Metwo è un clone creato da un Mew. Ditto è un aggeggio rosa che non fa molto altro che trasformarsi in qualsiasi altro Pokémon , abilità di cui è capace anche Mew, ma non Mewtwo.

Poiché Ditto può esser trovato facilmente nella stessa isola di Mew, l’isola Cannella, dove c’è uno strano laboratorio ed insomma tutto il posto è parecchio distrutto ed in rovina… beh Ditto pare essere solo un esperimento scientifico andato storto.

4. L’ESSERE UMANO E’ UN POKEMON.

pokemon war

In spiccioli, gli Umani sono i padroni mentre i Pokémon sono creature da combattimento, da compagnia e addirittura da competizione estetica. Ma perché gli Umani sono in posizione predominante su queste creature che non solo sono capaci di un numero innumerevoli di attacchi tra cui sputare fuoco, distruggere rocce, rivoltare mari e creare terremoti, ma addirituttura sanno comunicare ed organizzarsi perfettamente tra di loro? Una teoria è che gli Umani non sono che anch’essi Pokémon , ma Pokémon che pur non evolvendosi hanno costruito le terribili Pokeball e infrastrutture grazie alle quali rimangono dominanti.

Altra teoria è che gli esseri umani hanno invaso questa magica regione del Kanto imponendosi nel territorio e schiavizzando le creature, che spiegherebbe perché durante il gioco vengono trovati una grande quantità di fossili di Pokémon ma mai di umani.

5. LE ORIGINI DI MISSINGNO.

missingno

Missingno, ovvero Missing Number è un bug del giochino comparso per la prima volta  in Pokémon Rosso e Blu, poi reinserito in Pokémon Giallo.

La teoria più accettata dai fan è che Missigno è un Pokémon che gli sviluppatori hanno creato ma non hanno mai del tutto inserito nel gioco, lasciando una specie di bug e velo di mistero.

La teoria più inquietante tuttavia sulle origini di questo bizzarro Pokémon è che Missingno è quello che succede ai Pokémon se rimangono troppo a lungo nelle Pokéball. Essendo infatti le Pokéball delle specie di contenitori di ‘data’ o immaganizzatori di file genetici (che spiegherebbe come vengono salvati i Pokémon sul proprio computer nei Pokécentre), Missingno sarebbe un file di un Pokémon ‘corrotto’.

Ci si chiede che ne è della nostra vecchia squadra.