Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
A MILANO SAREBBE STATO PIÙ FACILE
ARTS

Arriva Noah, il colossal Biblico sul Diluvio Universale



noah1

Diretto dal regista ‘dark’ Darren Aronofky (Black Swan, Requiem For a Dream), la Paramount ha investito 130 milioni di dollari in un colossal apocallittico e biblico, raccontando la storia dell’Arca e il diluvio universale che cancellò il peccato dalla Terra, con un lista non indifferente di star nel cast, tra cui Russel Crowe e Anthony Hopkins, Jennifer Connolly e Emma Watson.

Due cose sono interessanti: la prima, e qui rubo le parole di un mio incitabile amico, è perché tra in tutta la mitologia biblica della storia della Terra sia stata proprio scelta l’arca di Noé, dove ‘ cinque tizi costruiscono una nave dalle mimensioni di una nave da crociera, senza aver nemmeno un cacciavite o lo spazziolino da denti. E per giunta tutte le coppie di animali del mondo si mettono pazientemente in fila nelle cabine mentre navigano.’

La risposta al quesito? Forse semplicemente la bellissima Jennifer Connelly per i non più gggiovani, ed il visino d’oro di Emma Watson per i più gggiovani.

 

Ma andiamo oltre, un secondo motivo, che poi si ricollega al primo, è la profonda mania di complotto apocalittico che pare sorgere nelle pellicole cataclismiche degli ultimi anni (le quali i più complottisti notano sempre più frequentemente la presenza in un modo o l’altro di ‘acqua’ come lietmovit ) che comprendono pellicole come 2012 (R. Emmerich), la versione 3D di Titanic (J. Cameron), ‘The Impossibile’ (J.A. Bayona), Pacific Rim (G. del Toro), World War Z (M. Foster), Oblivion (J. Kosinky). Insomma, in periodo di crisi le devastazioni e visioni apocalliticche vanno di moda, o sono una piccola profezia, o sono solo soldi facili.

 

Lasciamoci questo pensiero con qualche gag a tema:

e ancora da Far Side: