Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
A MILANO SAREBBE STATO PIÙ FACILE
Rap

90° Rappuso #23 Che amarezza



Alla vigilia del martedì grasso l’unica cosa che mi viene in mente è che c’è poco da scherzare, ed a giudicare dai musi lunghi che ho visto stamattina qui a Firenze direi che non sono l’unico. C’eravamo lasciati 2 settimane fa dopo una sconfitta casalinga contro l’Inter e ci ritroviamo per commentare una sconfitta casalinga con la Lazio. Nel mezzo, oltre all’influenza che mi ha fatto saltare (forse fortunatamente) la scorsa puntata, l’inferno. E non esagero è realmente successo di tutto, molte società, la Fiorentina in primis, si sono scagliate contro l’operato di Braschi lamentando un’incompetenza arbitrale che sfocia nel sospetto di una calciopoli bis. Ed è così che ieri al Franchi la tifoseria ha organizzato una protesta non violenta chiedendo rispetto per la propria squadra dopo l’ingiusta squalifica inflitta a Borja Valero. Veramente emozionante veder sfilare tutti quei motorini al fianco del pullman della squadra, un pò meno perdere in casa. Francamente mi aspettavo dai giocatori una risposta sul campo che non è arrivata, il terzo posto si allontana tanto quanto l’ultima vittoria in campionato e con 3 partite contro la Juve da affrontare non è il massimo. La Juve appunto che stende il Milan a San Siro ed ipoteca il titolo, la Roma che ha comunque una partita in meno prova ad inseguire ma sembra aver perso lo smalto delle prime giornate. E nemmeno il Napoli senza el Pipita Higuain pare brillare, prestazione opaca a Livorno e pareggino scipo che fa solo aumentare i nostri rimpianti. Questo è il calcio. Vi do appuntamento alla prossima puntata mentre vado a cercare un pò di pace interiore nell’attesa di questo triplice scontro contro i gobbi.