Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
NIENTE AMICI CON L'INSALATA
TECH

L’infelice bufala degli HUVr alla faccia dei fan



Christopher-Lloyd-618x315

Dal nulla, le bacheche di utenti di tutto il mondo si sono trovate cosparse di commenti estasiati di quello che pare fosse l’improvvisa e provocante commercializzazione dei celeberrimi hoverboard, ovvero gli skateboard ad energia magnetica inspirati dall’originalissimo Ritorno al Futuro II.

Il sito della HUVr Tech riproponeva criptiche informazioni su questa rivoluzionaria tecnologia, con tanto di video promozionali con comparse di non solo star come Tony Hawk e musicisti come Moby, ma dello stesso attore Christopher Lloyd,  interprete dell’eccentrico Doc Brown nella serie. Video fatti bene, investimento significativo, volti conosciuti, effetti relativamente convincenti: effetto virale garantito.

Tuttavia non è stata che una bufala, nulla di nuovo. La tecnologia simile non esiste, cospirazioni a parte, ed era tutto uno scherzo. Ora, dire il video è falso solo perché non abbiamo la tecnologia per creare tali aggeggi fluttuanti non è il punto: a dirla tutta quando per la prima volta si parlò di iPhone alla fine degli anni ’90 la gente pensava si trattasse di una bufala,  e già adesso, pur essendo il primo uscito solo nel 2007, se ne danno per scontate tutte le funzionalità indubbiamente rivoluzionarie.

La verità è che il ‘troppo bello per essere vero’ è stata architettato dal sito web Funny or Die, i quali hanno anche postato un video dove l’attore Christopher Lloyd si scusa per aver mentito. Funny or Die però, traducibile in ‘Divertente o Mortale’, in questa mandata ha proprio scelto mortale, perché il tasto dei magici skateboard volanti hanno deluso fan in tutto il mondo di una lunga successione di generazioni. Ancora però non c’è stata nessuna dichiarazione sul perché di questo progetto, benché sembra strano che sia stato architettato con la sola premessa di prendere in giro i creduloni della rete (dopotutto manca un mese al pesce d’Aprile).

Molti dei ‘creduloni’ infatti l’hanno presa a male e, per ripagare il torto subito, Funny or Die regalerà ad uno dei suoi fan su fb scelto a caso la finta hoverboard autografata da Lloyd stesso. Bella consolazione, io opto perché invece di spendere altri soldi in video sbeffeggiatori costituiscano un fondo e si mettano davvero a fare ricerca come promesso.