Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
NESSUNO VUOLE BENE A ZOIDBERG
STORIES

Weekly song #59 – Work



Vorrei iniziare questa weekly song con questo video

Per chi non segue i talk show televisivi e non guarda i tg forse non è così scontato sapere chi è questo signore.
Questo rispettabilissimo signore è Maurizio Landini – segretario nazionale della Fiom (Federazione  Impiegati Operai Metallurgici). Un sindacalista, un rappresentante del sindacato.

Ecco io non so voi, ma  quando apprendo queste notizie e vedo queste immagini “m’incazzo”, per dirla alla Landini.
E, per quel che vale,  voglio esprimere la mia vicinanza a Landini e a tutti quegli operai barbaramente “tonfati” dalle forze dell’ordine lo scorso 29 ottobre a Roma. Detto questo…

Sapete anche quando mi incazzo?

M’incazzo quando scopro che alcuni giovani spettatori del concerto del 1° maggio non sanno manco cosa sono i sindacati! (per chi ancora non lo sapesse, gli organizzatori del 1° maggio sono la Cgil, la Cisl e la Uil, i tre principali sindacati italiani).

M’incazzo
quando scopro che per questi sindacati io praticamente manco esisto… o al massimo sono un evasore o ben che vada una falsa partita iva!
(Poi non ci stupiamo se ci sono dei ragazzi che non sanno cosa sia un sindacato. Ggil, Cisl e Uil: se continuate a mantenervi lontani da certi contesti lavorativi non è che aumentate il vostro appeal fra le fra le giovani generazioni!)


M’incazzo
(da elettore di sinistra) quando leggo su Il Manifesto notizie tipo questa:
Schermata 10-2456962 alle 11.41.45

(Lo si scopre solo adesso?)

 

M’incazzo quando scopro, dopo aver votato Pd, che il governo vuole aumentare la tasse proprio a quelle partite iva di cui parla Roberto Ciccarelli sulle pagine de Il Manifesto. Secondo quanto riportano le principali testate economiche infatti, l’aliquota dell’imposta sostitutiva per le “piccole” partite iva salirà dal 5 al 15%. Ormai è una certezza.
(Ma non era questo il governo che strizzava l’occhio agli startupper e all’imprenditoria giovanile?)

 

M’incazzo con chi si ostina a tenerci separati, con chi teorizza la diversità di una “classe” rispetto ad un’altra.
Per poi scoprire, e non lo dico soltanto io, che siamo tutti sulla stessa barca.

Poi, non contento, decido che ad accompagnare questo articolo non sarà un pezzo di Dylan o dei Clash. Sarebbe fin troppo facile.

E propongo un pezzo decisamente più borderline, suggeritomi dal collega F. B.

Perché, a volte, è necessario andare oltre le apparenze.

Un giorno lo capiranno anche la sinistra e i sindacati?

Weekly song #59 – Work

Walk a mile in these Louboutins
But they don’t wear these shits where I’m from
I’m not hating, I’m just telling you
I’m tryna let you know what the fuck that I’ve been through

Two feet in the red dirt, school skirt
Sugar care, back lanes
Three jobs, took years to save
But I got a ticket on that plane

People got a lot to say
But don’t know shit about where I was made
Or how many floors that I had to scrub
Just to make it past where I am from

[Repeat x4]
No money, no family
Sixteen in the middle of Miami

[Hook]
I’ve been up all night, tryna gettin rich
I’ve been work work work work working on my shit…
Milked the whole game twice, gotta get it how I live
I’ve been work work work work working on my shit…
Now get this work [Repeat x4]
Working on my shit…

[Verse 2:]
You can hate it or love it
Hustle and the struggle is the only thing I’m trusting
Thorough bread in a mud brick before the budget
White chick on that Pac shit
My passion was ironic
And my dreams were uncommon
Guess I gone crazy, first deal changed me
Robbed blind, basically raped me
Ran through the bullshit like a Matador
Just made me madder and adamant to go at em
And even the score

So, I went harder
Studied the Carters till a deal was offered
Slept cold on the floor recording
At 4 in the morning
And now I’m passin’ the bar like a lawyer

Immigrant, art ignorant
Ya ill intent was insurance for my benefit
Hate be inconsiderate
But the Industry took my innocence
Too late, now I’m in this bitch!

You don’t know the half
This shit get real
Valley girls giving blowjobs for Louboutins
What you call that?
Head over heels

[Repeat x4]
No money, no family
Sixteen in the middle of Miami

[Hook]

[Verse 3:]
Pledge allegiance to the struggle
Ain’t been easy
But cheers to Peezy for the weeks we lived out of duffle
Bags is all we had
Do anything for my Mum, I love you
One day I’ll pay you back for the sacrifice
That ya managed to muscle
Sixteen, you sent me through customs so…

All aboard my spaceship to Mercury
Turn First at the light that’s in front me
Cause every night I’mma do it like it’s my last
This dream is all that I need
Cause its all that I ever had

Now get this work [Repeat x4]
Working on my shit…

Now get this work [Repeat x4]
Working on my shit… [Repeat]

==============
fonte immagine in preview: welfarenetwork