Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
SARÁ UN SUCCESSO INTERREGIONALE
MUSIC

Numero Zero, l’onda del rap nell’Italia di ieri e di oggi



Negli anni Novanta, da oltreoceano il rap e l’hip-hop invadono l’Italia generando un manipolo di esperienze musicali e sperimentali che trovano presto un interlocutore, un proprio pubblico. Nel ’94 esce SXM dei Sangue Misto, una pietra miliare. Fino al ’99 è un fiorire di gruppi che assaltano i media. Poi, progressivamente, la decadenza. Già nel 2002 ha inizio una nuova fase per il rap.

Numero Zero

Alcuni protagonisti del decennio precedente abbandonano le scene, altri resistono. Il documentario di Enrico Bisi, prodotto da Withstand Film di Davide Ferazza, in collaborazione con Zenit Arti Audiovisive, rende ora omaggio alla scena hip-hop del nostro paese con Numero Zero (il sito web QUI).

Per il regista Enrico Bisi, al di là di tutte compagnie discografiche tentate dal progetto, “la priorità è quella del film, perché è una cosa che rimane ed è la forma che sento più vicina alla mia sensibilità” ha detto a Wired. “Va al di là del tempo. Proprio come l’hip-hop, una cultura nata negli anni Settanta e destinata a rimanere per sempre. Trasformandosi, certo, come ogni forma d’arte, ma basata su radici ben precise e solide”.

Maurizio "The NextOne" Cannavò.

In foto, Maurizio “The NextOne” Cannavò.

In Italia il rap e l’hip-hop hanno iniziato già a diffondersi negli anni Ottanta, ma è nei Novanta che il livello artistico del rap italiano si è decisamente alzato” prosegue Bisi. “Spero che il mio documentario possa servire a fare un po’ di luce su un fenomeno rimasto troppo nell’ombra. Ancora oggi le classifiche di migliori rapper pubblicate da importanti riviste musicali fanno venire i brividi per l’ignoranza e la superficialità che incarnano”.

I protagonisti: Kaos One, Ice One, Neffa, Colle Del Fomento, Big Fish, Tormento, Fabri Fibra, Frankie Hi-Nrg, Deemo, Esa, Dj Double S, Dargen D’Amico, J-Ax, Fritz Da Cat, Militant A, Paola Zukar, Albertino – http://www.numerozeroilfilm.com/protagonisti/

Street Opera

Ricordiamo che, a proposito di hip-hop italiano, anche noi stiamo lavorando ad un documentario:
Street Opera (clicca QUI) – progetto multimediale che intende raccontare quel mondo, attraverso un documentario e un format web di doc brevi – che va ad inserirsi in questo fermento di rime e di note.

Il nostro progetto partirà dall’MCing, la disciplina più celebre della cultura hip-hop, per poi analizzare tutto ciò che ruota intorno; ognuna di queste discipline ha i suoi valori e le proprie regole, ma si fonde con le altre creando uno stile ed una filosofia di vita. Street Opera vuole rappresentare le diverse correnti: dall’underground al mainstream. L’elemento che contraddistingue il format è la volontà di rappresentare il lato più vero e spesso sottovalutato, della vita di queste discipline e degli artisti che le praticano: la dedizione, gli sforzi, la passione.

Stay tuned!