Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
NON SONO IL JEDI CHE DOVREI ESSERE
ARTS

Lucca ospita il Photolux 2014 incontri con Toscani e Vannucci



Lucca ospita il Photolux Festival, un’importante rassegna di arte fotografica con incontri con fotografi come Oliviero Toscani e Clara Vannucci, elementi del mondo della fotografia come la photoeditor di Vogue Alessia Glaviano e il direttore di Sky Arte Roberto Pisoni. Tutto il programma del Photolux è disponibile sul sito http://www.photoluxfestival.it/it/programma

La mostra principale del Photolux è senza dubbio quella dei vincitori del World Press Photo 2014.

Il più prestigioso premio mondiale garantisce la qualità delle foto in mostra, presentando punti di vista differenti su realtà completamente differenti sulla nostra frammentata realtà. Il vincitore assoluto è l’americano John Stanmeyer. Il suo scatto immortala i migranti africani sulla riva della città di Gibuti di notte, che alzano i loro telefoni per cercare di catturare un segnale dalla vicina Somalia: un tenue legame con i parenti all’estero. Gibuti è un punto di sosta comune per i migranti in transito da paesi come la Somalia, l’Etiopia e l’Eritrea, in cerca di una vita migliore in Europa e nel Medio Oriente.

01_John Stanmeyer

Altri sono i reportage fotografrici narrativamente interessanti sia che siano fatti di cronaca come Massacre at Westgate Mall di Tyler Hicks, che è riuscito a raccontare l’assalto in un centro commerciale a Nairobi in Kenia che ha fatto più di 60 morti e 200 feriti, da parte di banditi dal volto coperto.

O progetti che vogliono documentare con un singolo scatto una storia quotidiana, come quella degli studenti ciechi albini nell’orfanotrofrio di West Bengal in India del fotografo sudafricano Brent Stirton.

Massacre at a Kenyan Mall 16_Brent Stirton

Storie di tutti i giorni o eventi di particolare emergenza, conflitti che generano conseguenze o esperienze di coraggio e orgoglio incredibile. In ogni caso il World Press Photo rappresenta un tassello importante per il mondo della fotografia, non la foto come oggetto da appendere nei muri delle gallerie d’arte, ma bensì come elemento di comunicazione che grazie alla propria “bellezza” riesce ad arrivare in maniera più diretta, non esaltando soltanto il senso di pietà, ma talvolta mostrando l’orgoglio di chi soffre.

Una visione diversa del Brasile invece viene presentata dal fotografo italiano Paolo Marchetti con la mostra Saudade Moon. La nazione carioca viene rappresentata con scatti in bianco e nero, tra paesaggi naturali e freddi ritratti, un paesaggio lunare appunto.

SAUDADE_MOON_03

Il Photolux è a Lucca dal 22 novembre fino al 14 dicembre per altre informazioni sulle mostre e sui workshop visitate il sito del festival.