Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
ILLUMINA L’OSCURITÀ
MUSIC

Weekly song 73 Family Portrait




Ben tre giorni fa, in seguito alle infelici dichiarazioni di Dolce e Gabbana sulla famiglia tradizionale, l’hashtag #boycottdolcegabbana lanciato da Elton John aveva raggiunto cinquanta (50) milioni di utenti.
La popstar britannica padre di due figli “sintetici”, come qualcuno di voi avrà sicuramente letto anche sul nostro sito, non aveva affatto gradito la dichiarazione dei due stilisti, entrambi omosessuali dichiarati, a favore della famiglia tradizionale:

“…Non l’abbiamo inventata mica noi la famiglia. L’ha resa icona la Sacra famiglia, ma non c’è religione, non c’è stato sociale che tenga: tu nasci e hai un padre e una madre. O almeno dovrebbe essere così, per questo non mi convincono quelli che io chiamo figli della chimica, i bambini sintetici. Uteri in affitto, semi scelti da un catalogo. E poi vai a spiegare a questi bambini chi è la madre. Procreare deve essere un atto d’amore, oggi neanche gli psichiatri sono pronti ad affrontare gli effetti di queste sperimentazioni”.
fonte: Panorama

Poche ore dopo il “fattaccio” i vip Ricky Martin e Courtney Love salivano sul carrozzone #boycottdolcegabbana e si schieravano a fianco del prode Elton John. Courtney prometteva addirittura di bruciare tutti i suoi vestiti griffati D&G, e postava sul suo profilo instagram questa bellissima immagine (liberamente tratta dal fotoromanzo illustrato “se me la compri ti vendo pure la m…..a” )

20150315_93111_courtneydg

Nel frattempo la  rivista Wired si affrettava a spiegarci che tutto rientrava in una strategia di comunicazione del brand (ma dai!), ma qualcun’altro iniziava a domandarsi se la filosofia del “nel bene o nel male, purché se ne parli” fosse ancora uno strumento efficace di promozione del proprio brand.

Potevano poi mancare i proclami di certi schieramenti politici? Assolutamente no!
Ecco quindi che Forza Nuova inviava due tessere “ad honorem” ai due stilisti:

“per aver dimostrato coraggio nel difendere il valore della famiglia tradizionale, per essersi dichiarati contrari all’adozione di minori a coppie dello stesso sesso, per aver rifiutato il modello dei “figli della chimica” che non hanno né mamma né papà”.

Che bel capolavoro.

E mentre il 17 marzo i paparazzi britannici pizzicavano Elton John in giro per Londra con un sacchetto dei negozi Dolce & Gabbana (vedi anche alla voce #epicfail), mi tornava in mente il ricordo di un personaggio conosciuto ormai 10 anni fa, quando, studente universitario, facevo il cameriere: un signore napoletano che faceva il lavapiatti.
Era sposato con una ragazza cubana ma si vantava di votare Lega Nord.
Forse voleva solo farsi bello? Forse soffriva di qualche ridicolo complesso d’inferiorità?
O forse aveva solo le idee un po’ confuse?

Ci sono! Ho trovato la risposta!
Parlava “alla cazzo di cane” tanto per far parlare di sé.

Proprio come…

Buon ascolto

=======================
fonte immagine nel post: leggo.it