Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
LA FORZA SCORRE POTENTE IN QUESTO SITO
STORIES

Le battute infelici dei Nobraino sui migranti morti



Tra sabato e domenica è avvenuto il naufragio più grande della storia del Mar Mediterraneo: una barca con oltre 700 migranti. Pochissimi i sopravvissuti a 70 miglia a Nord della costa libica.

Mentre l’opionione politica è divisa tra una maggiore responsabilità di politica comune europea, un bombardamento delle navi e un attacco al “buonismo”, il gruppo musicale indie Nobraino pubblica un post sui social network.

nobraino

Dopo i fatti di Charlie Hebdo si è molto discusso, in Italia e all’estero sul diritto di satira, di cui il settimanale francese si è fatto sempre un porta bandiera. Si può ridere su un Dio anche se questo offende i credenti di quella religione? Probabilmente sì. Gli ebrei, cultura molto ironica e intelligente ridono spesso con storielle e barzellette di e contro Dio.

«L’ebreo ride con Dio o contro Dio, ma non riderà mai senza Dio»

(Elie Wiesel, cit. da Moni Ovadia).

Si può ridere di 700 persone morte in un terribile naufragio, migranti che scappavano da una situazione di disperazione? Non lo so. Il fatto è fa ridere, punto e basta. Con la foto ancora meno. E se l’avesse fatta un coglione di destra sarebbe stato razzista. Invece siccome sono dei “fini umoristi” sono solo degli idioti.

Il gruppo ha avuto il buon gusto almeno prima di chiedere scusa a nome di un “autore” del post, poi pubblicando un ulteriore post dove rivendicano il loro impegno in prima persona con uno spettacolo sui migranti e chiedendo scusa per il loro cinico umorismo franiteso.

Voi come la pensate?