Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
LOTTA CONTRO LA CITTÀ FOSSILE
STORIES

L’annosa questione delle tipe di Firenze



In principio fu Acrimonio.

Ma andiamo per ordine.

La scorsa settimana, Lorenzo Baglioni – attore – ha pubblicato sul suo profilo Facebook una reinterpretazione in chiave moderna di La Lallera di Riccardo Marasco, storico menestrello vernacolare fiorentino.

L’idea è nata per gioco” dice Lorenzo “una ragazza di Firenze che vive a Milano, mi disse il nome del quartiere dove vive (Turati) e a me venne in mente Le ragazze di Turati… Canticchiata a mo’ di Lallera, e così le improvvisai una versione della Lallera Milanese, con tutti i nomi dei quartieri di Milano trovati su Wikipedia. Dopo un po’ di tempo la riascoltai, e pensai: sarebbe divertente ambientarla Firenze, ai giorni nostri, con i locali fiorentini.

E visto che Marasco è sempre stato un mio mito ho pensato, Facciamola!

Ho scritto a mio fratello Michele, e abbiamo buttato giù la canzone, che poi ha avuto anche la collaborazione di un mio amico e collega, Gregory Eve.

È stato un successo virale incredibile: più di 380.000 view e oltre 12.000 condivisioni (contando solo i canali ufficiali).

Non mi aspettavo assolutamente tutta questa “confusione”…!

Noi abbiamo fatto un video che speravamo potesse divertire i ragazzi e le ragazze di Firenze, e tutte le persone che vengono a vedere i nostri spettacoli.

Ma ovviamente tutto questo era imprevedibile.

Siamo molto felici, e sorridiamo spesso.

Ma le tipe di Firenze che ne pensano?

Le mie amiche credo siano state le prime a sorridere… è un po’ una caratteristica che contraddistingue noi fiorentini: ci prendiamo poco sul serio, e ci piace prenderci in giro!

Tantissime mi hanno chiesto di fare la versione maschile, ma ci hanno già pensato altre ragazze a farla! E questo testimonia la voglia di giocare e di divertirsi che c’è intorno a questa tematica!

Infatti, la risposta delle tipe di Firenze è arrivata:

Insomma un tema caldo che, come dicevo precedentemente, fu lanciato da Acrimonio già nel 2008 in chiave rap e che, guarda un po’, traeva ispirazione da Riccardo Marasco.

Prima di scriverla» mi racconta Acrimonio, al secolo Andrea Aiazzi «avevo sentito un tizio in Santo Spirito che cantava le canzoni di Marasco e mi dicevo: adesso va l’hip hop romano e napoletano, ma noi fiorentini che abbiamo avuto Dante? Poi sentii il Daretta improvvisare all’Ex Emerson, è stato un mio compagno di Liceo quindi lo notai e sentii che il fiorentino era forte per il rap. E infatti “A Firenze le tipe” inizia con “da retta”.

Insomma una vita difficilissima per i fiorentini, eh?

Poi la storia del “per trombare te ci vuole la barca”» continua a raccontare Acrimonio ridendo «quando la fica mi rimbalzò, rimase la sua amica li intorno e io iniziai a dire “cazzo ho la barca e non ho nessuna da portarci”, così a presa di culo, e l’amica la voleva riportare indietro. Allora diedi di matto!

Comunque la domanda chiave rimane:

Dove bisogna andare a trovarle le ragazze Fiorentine? A casa loro: se sei a casa loro sei già un bel passo avanti è la più che condivisibile opinione di Lorenzo Baglioni.