Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
È COME L’OPERA DEL DOMO
VARIE

Addio Eluana



eluana

La sveglia esplode nel silenzio della stanza, i piedi sono bollenti e sudaticci, toccando il suolo gelato un brivido freddo percorre la schiena fino alla nuca, entra nel cervello e lo spolvera dai rimasugli del sonno. Uno sbadiglio dal sapore stantio appesantisce l’aria della stanza. Ogni tanto internet mi si concede come un miracolo, mi regala una piccola tacca utile a tenermi informato sul mondo. Avrei dovuto scrivere, avrei dovuto mantenere la mia parola e dimostrare d’essere in possesso di un barlume di professionalità. Ma non l’ho fatto, non sono riuscito a trovare il tempo, non sono riuscito a scovare la voglia. Però il mondo è andato avanti, anche se io ho evitato di guardarlo, di entrare a far parte del mio piccolo meccanismo. Forse non siamo poi così tanto necessari come ci piace credere. O forse è solo l’abitudine che ci rende partecipi o meno, figli o esuli, di un determinato luogo. Però internet questa mattina mi si è concesso ed io l’ho cullato, ho assaggiato il suo dolce sapore, ho stuzzicato i suoi punti, quelli conosciuti e quelli estranei. Ho persino provato a leggere il Times, ma è stata una mossa decisamente affrettata. Così ho ripiegato sul fascino dell’abitudine ed ho digitato “www.repubblica.it“e l’ho vista, la notizia del giorno. Eluana è morta e un gran polverone si è alzato.
Non so se Goldworld abbia voglia di ospitare questa storia, non so quanto se ne stia parlando in Italia, ma anche senza poterlo vedere, ho la certezza che se ne stia parlando male. Colpa della chiesa, colpa dei bigotti e bla bla bla. Molti sanno già come la penso in fatto di politica e schierarmi non è una cosa che mi renda molto orgoglioso, soprattutto in questa situazione. Perchè si può essere d’accordo o meno, analizzando le mille sfumature comprese tra i due sostantivi che distinguono il diritto alla vita da quello alla morte. Tanto simili da sembrare identici in casi come questo. La politica non può fare a meno di entrarci, perchè in uno stato certe decisioni passano sempre e comunque da lì, ma non riesco a togliermi il maledetto dubbio, leggendo tra le pagine del sito, del perché ogni occasione sia buona per sparare stronzate. Di ogni colore, da ogni direzione, volano solo stronzate. Superficiali, banali, ipocrite, scontate e incredibilmente vuote. Nessuno che sia riuscito a concentrarsi sul problema, tutti si sono gettati sulla carcassa come avidi avvoltoi. Ognuno col suo fiocco colorato, ognuno col proprio mulino da far girare. Volevo scrivere solo questo e chiedo scusa se il post risulterà fuori tema e chiedo scusa per non aver scritto prima. E chiedo scusa perchè ho ammirato Mentana, che nella massa informe, ha dimostrato un pò di deontologia professionale dando le dimissioni dopo l’ennesima mediasettiana dimostrazione di inutilità!