Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
NON HA RAZIONALITÀ
MUSIC

The Kolors – Out Troll’s Review



Mortecattiva: yo yo yo
sono prontissimo a recensire il disco di non so chi

Gulag: aspetta

Mortecattiva: però vedo che è roba inglese
the kolors “out”

The Kolors

Gulag: d’ora in poi quando ci mancheranno le idee chiederò direttamente ai “fans” di consigliare dischi
si ma sono terroni credo, dicono “gruppo italiano” quindi son terroni che si vergognano delle loro origini

Mortecattiva: aaa namo bene

Gulag: io so solo che han partecipato ad Amici di Maria de filippi

Mortecattiva: sei pronto? sei caldo?
partiamo dalla title track “out”
senti che atmosfera spettrale, questo rumore di gocce di technologia che cadono nella caverna delle emozioni
sentivo inoltre la mancanza di un po’ di sidechain

Gulag: allora io intanto sto guardando wikipedia per capire se siano terroni o no, ho visto che Rocco Tanica ha arrangiato il loro disco vecchio…
sono spiazzato da tutto ciò,

Mortecattiva: eee saranno cuggini

Gulag: in più leggendo un’intervista al cantante ho trovato ciò: “Alle scuole medie dopo aver ascoltato Novecinquanta di Frizt Da Cat ha capito che il suo sogno era formare una band. Sogno che ha iniziato a prendere forma al liceo con i “The Kolors” insieme a Daniele Mona e Alex Fiordispino “ cioè dopo aver ascoltato uan compilation di rap ho capito che il mio sogno era fare un gruppo musicale con gli strumenti. è come dire “guardando i numerosi porno di Rocco Siffredi mi è venuta voglia di formare un collettivo di designers”
si comunque è la migliore intro rap che abbia sentito negli ultimi anni

Mortecattiva: lol l'”out” alla fine
a ma fan rap?

Gulag: no
però se fosse su un disco rap sarebbe bello

Mortecattiva: sono a everytime

Gulag: ma questa è la canzone del cellulare?
non è di una pubblicità?

Mortecattiva: è long train running lol

Gulag: senti il cantato ingleso

Mortecattiva: a boh

Gulag: pensano di essere gli arcade fire
o i vampire weekend
che fan già cagare di loro

tumblr_mn65wsq1zF1rylkayo1_500

Mortecattiva: porco*io sta chitarrina di merda da lady hear me tonight

Gulag: la chitarra che fa tica tica tica tica tica

Mortecattiva: chighicha chighichighicha

Gulag: vabbè primo pezzo direi “uoho ooo ooo”

Mortecattiva: passiamo alla 3)
why don’t you love me

Gulag: mi sembra di stare in auto con la radio accesa
mamma mia che schifo

Mortecattiva: si ma quando tu sei il passeggero e il disco lo decide il guidatore e non puoi farci un cazzo

Gulag: si succede tipo il 90% delle volte che sono in un’auto visto che non ho l’auto

Mortecattiva: ma che è sto patos lol
ma non era finito il ritorno degli anni 80?

Gulag: cazzo sembra Nek che canta i Police, quindi basta dire sembra Nek perchè già copia i Police

Mortecattiva: perché sto ascoltando la colonna sonora di un film sportivo degli anni 80 nella parte in cui lui si allena?

Gulag: the eye of the tiger

Mortecattiva: qui fa il sacco da pugile, chiudi gli occhi e puoi vederlo

Gulag: io mi vedo uno che si allena sulle scalinate

tumblr_nix40b3Jg71t55xupo1_500

giphy
si sembra molto la colonna sonora di un film di van damme o simili, o la storia infinita
oppure karate kid

Mortecattiva: sta cosa del rifare gli anni 80 ha portato ad avere le canzoni degli anni 80 solo più brutte ma che pompano di più

Gulag: con un master migliore

Mortecattiva: the soundgoodizer
passo a my queen valà

Gulag: passiamo a My queen?

Mortecattiva: ah era finita tanto

Gulag: questa è weekend con il morto
figa il cantante canta come michael jackson ma è già bianco in partenza

Mortecattiva: nota di colore: dall’altra stanza PORCO*IO C’E’ CRISTINA CHE SI SENTE DO YOU BELIEVE IN LOVEEEEEEEEEEEEE DI CHER

Gulag: meglio di quello che stiamo ascoltando noi
è lei che ha spianato la strada a t-pain con l’autotune

Mortecattiva: sta canzone me la vedo cantata da un frocio che fa la faccia cattiva e sbatte il piede a terra

Gulag: ecco appunto michael jackson, non è abbastanza frocio e battipiedi?

Mortecattiva: si ma almeno lui è morto questi no

Gulag: figa sta cosa è peso è tipo un polpettone di tutti i film trasmessi da mediaset quando ancora si chiamava fininvest

Mortecattiva: no scolta io skippo, sti pezzi sembrano quelle robe di merda dei film di quando ero piccolo, se continuo a sentirla finisce che mi riaffiorano memorie perdute tipo mio zio che mi toccava
e poi vuoi mettere, la prossima si intitola ME MINUS YOU asuhsauhuahsuhashuasahu
corro a sentirmela

Gulag: secondo me se faranno un professione vacanze 2, Jerry Calà li chiama per l’ost

Mortecattiva: senti c’ha pure il pianoforte

Gulag: azz, maronn’

Mortecattiva: sono gli evanscence

Gulag: figa qui c’è del justin bieber venuto male
praticamente la vodafone si è resa conto che ormai chiedere le canzoni all’estero costa troppo e han commissionato un intero disco di canzoni per pubblicità a loro

Mortecattiva: si stavo infatti per cambiare piano tariffario sovrappensiero, ecco perché
è un biagio antonacci qualsiasi che canta in inglese

Gulag: mi ricordo che da piccolo chiesi un autografo a Biagio Antonacci e gli puzzava l’alito di merda tantissimo, ma poi perchè cazzo chiedergli un autografo?

Mortecattiva: scolta passiamo a why?

Gulag: why not
vai

Mortecattiva: oh una batteria

Gulag: mood molto “nessuno mette baby in un angolo”

giphy-2

Mortecattiva: 4 chord song?

Gulag: yep
I can liveeee with or without youuuu
cazzo ma bon jovi saprà che gli han sgubbato la discografia?
è davvero una merda sto disco

Mortecattiva: non ti viene però voglia di mangiare un gelato algida ascoltando sti tizi?

Gulag: si infatti mi vien voglia di ricaricarmi il telefono con la nuova tariffa vodafone e mangiare un gelato tipo algida
se si chiamasse “festivalbar ’15” avrebbe più senso

Mortecattiva: passiamo a quella con Elisa dai

Gulag: dai ok

Mortecattiva: senti il sassofono da escort

Gulag: che se non sbaglio elisa era la loro coach ad amici
cioè non sbaglio perché l’ho letto

Mortecattiva: porco*io avran mica fatto quei duetti slingui
canto io canti tu cantiamo assieme

Gulag: boh, comunque io ad elisa una botta l’avrei sempre data, aspetta che controllo se è cambiata dal 2001

Mortecattiva: però senti la rullatina da elettronica di adesso
ah no dai non è il duetto slinguo

Gulag: sono moderni loro, mica scontati e banali come i pezzi prima di questo

Mortecattiva: sto pezzo mi ricorda quell’altro pezzo che non ricordo come si chiama ma hanno usato i 2fingerz per fare “due” nell’album “il disco finto”

Gulag: però in questa la base mi piace

Mortecattiva: ma solo per il suonino che è entrato ora ed è già sparito

Gulag: P.S. CIAO DANTI SE CI STAI LEGGENDO TI VOGLIAMO BENE

Mortecattiva: CIAO DANTI SAPPI CHE IN REALTA’ DI QUEL DISCO LA PRIMA E LA SECONDA CANZONE (QUELLA LI APPUNTO) LE SENTO SPESSO

Gulag: passiamo al prossimo pezzo?

Mortecattiva: si tanto è finito
i’m sorry
và che bravi che si scusano

Gulag: dopo 7 pezzi è un po’ troppo tardi per scusarsi

Mortecattiva: sto pezzo sembra qualcosa che ho già sentito ma che era talmente noioso che non ho manco approfondito l’identità dell’autore

Gulag: metterò molte gif in questa intervista per renderla meno noiosa
si ma tutto il disco è così
è come quando senti un pezzo degli oasis e senti che ti ricordano i beatles, ma è arrangiato bene e non capisci cosa han rubato
loro lo han fatto con tutti quei gruppi passati per tv negli ultimi 10 anni
al posto di OUT dovevano chiamare il disco “la classifica di TRL 2000/2001”

Mortecattiva: un mix tra boh, quello che faceva il video in cui cantava e piazzava sul muretto le robe che aveva in tasca e le scarpe
ah ma no senti ora parte la canzone dei titoli di coda di un film brutto

images
dai skippiamo che abbiamo ancora 4 pezzi

Gulag: ok
oh senti che synth sbarazzino

Mortecattiva: questo è l’inizio di un film italiano
la famiglia che si sveglia
la colazione
il figlio adolescente che esce e va sul bus

Gulag: sembra la colonna sonora di Pony Express di jerry calà
che se non sbaglio è fatta da umberto smaila

Mortecattiva: pauso e lo sento spè

Gulag: quello che canta se non sbaglio è smaila
sembra anche un po’ la storia infinita

Mortecattiva: ahha è vero è lei
con l’occasione skipperei a “love”

Gulag: bravo

Mortecattiva: niente, è tutto un unico deja-vu

Gulag: ecco qui ad esempio hanno unito i link 182 ad alanis morrisette

Mortecattiva: eh ma senti come cambia ora

Gulag: furbi

Mortecattiva: ora sono quei gruppi che andavano in sti anni
quelli tipo franz ferdinand

Gulag: molto vampire weekend (che fanno cagare lo ribadisco)

Mortecattiva: sto gruppo qui dev’essere composto da cosplayer di gruppi di merda

Gulag: https://www.youtube.com

Mortecattiva: passiamo a twisting che sto soffrendo
cioè capisci che io ho stoppato la coda per un raid per recensire sta merda?

Gulag: io ho stoppato un telefilm

Mortecattiva: e c’era un’attesa stimata di 1 ora
non so cosa dire di sto pezzo

Gulag: io manco, abbiamo detto già tutto
d’altronde quando un prodotto è il conglomerato di tutto quello che abbiamo sentito per 20 anni non puoi dire molto

Mortecattiva: passiamo alla 12 che è l’ultima và
è un’altra col pianoforte
: o è la stessa di prima, chi lo sa

Gulag: ma che è?
figa mi scombussola sto gruppo
sembra un continuo skipping di stazioni radio tipo deejay, 105, capital, radio kiss kiss e poi di nuovo deejay
mamma mia
li metterò sopra a jax nella classifica solo perché almeno loro san suonare

giphy-1
chissà chi gli ha scritto i testi
ai the Kolors intendo
prima che mi venite a prendere sotto casa
no è troppo
stoppo

Mortecattiva: ahhshsahhsahash
per fortuna mi è arrivato un sms e mi son concentrato su quello ignorando il pezzo

Gulag: è troppo davvero è un disco orrendo, che può piacere in italia solo perché stiamo indietro di 10 anni

Mortecattiva: se esci in italia pur cantando in inglese significa che hai fallito nella questione fuga di cervelli

Gulag: valutazione: questo disco concentra tutta la musica che dal 2000 a oggi ho cercato di evitare
è il mio contrappasso
ma sicuro chi vuoi che se li caghi all’estero?
aspetta controllo che non si sa mai

Mortecattiva: si boh ringraziamo il tizio che ti ha suggerito di recensire sto disco

tumblr_nenm0xw3zM1tmcmg4o10_500

Gulag: GRAZIE FEDE CICCETTONE

Mortecattiva: ah è stato lui?
bhaushusahuba
FROCIO

Gulag: si è lui
io ho apprezzato la scelta, perché vuol dire che Fede ha capito che recensiamo dischi che potenzialmente fanno cagare

Mortecattiva: “potenzialmente”

Gulag: poi ci sono ottime sorprese tipo…boh

Mortecattiva: nella classifica generale lo mettiamo dove vuoi tu perché non mi ricordo chi abbiamo recensito

Gulag: boh non mi ricordo un disco che ci sia piaciuto davvero
sappiate, cari amici, che anche se diciamo che una cosa è bella, in realtà nella chat di fb privata diciamo che fa schifo al cazzo, ma non possiamo dirlo apertamente o i diretti interessati si offenderebbero troppo. si, caro rapper che ci stai leggendo, anche il tuo disco fa cagare.

Mortecattiva: bona dai, si chiude! CIAO AMICI ASCOLTATORI

Gulag: addio!

La classifica dei dischi recensiti da Mortecattiva e Gulag

Le opinioni espresse nell’articolo sono a titolo personale dell’autore e non rispecchiano necessariamente il punto di vista della testata Goldworld.