Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
PROFEZIA CHE MALINTERPRETATA PUÒ ESSERE STATA
STORIES

ERASMUS: I MIGLIORI CONSIGLI PER FARE I VOSTRI BAGAGLI



La tendenza più recente che emerge dalle politiche delle istituzioni Europee è la volontà di creare una vera e propria cittadinanza comunitaria. Tra le iniziative più importanti in merito citiamo il recente accordo tra Italia e Francia per il servizio civile internazionale e il continuo proliferare di bandi dedicati ai gemellaggi tra città europee o ai progetti di cittadinanza attiva. Un altro ambito in cui l’Europa sta investendo in termini di risorse ed opportunità è quello del progetto Erasmus. Progetto già attivo da molti anni nel campo dell’integrazione studentesca, ma che spesso presenta alcune difficoltà organizzative agli studenti.

Uno dei problemi più grandi (ed ingombranti) che è costretto ad affrontare chi sceglie di fare un’esperienza di studio all’estero è quello di come poter portare i propri oggetti con sé.

Per evitare situazioni “fantozziane” le strade sono due: o spedite i vostri effetti personali con un corriere o decidete di imbarcare più cose possibile nel vostro viaggio.

Ecco una serie di consigli utili per viaggiare il più possibile comodi, risparmiare sui bagagli e minimizzare il rischio di spiacevoli imprevisti.

Spedire un pacco con le vostre cose con raccomandata internazionale

Se intendete raggiungere la vostra destinazione Erasmus con voli low cost potreste trovarvi davanti al problema del costo delle valigie da stivare. Le compagnie aeree più economiche, infatti, cercano molto spesso di recuperare tramite i bagagli ciò che fanno risparmiare per il viaggio. Una buona soluzione, in questo caso, è quella di spedire con raccomandata internazionale un pacco con tutte le vostre cose direttamente a destinazione. Portali web come Packlink consentono di confrontare le tariffe dei principali corrieri che operano in Europa (come UPS e TNT) e in Italia (Artoni, SDA e Poste Italiane) e scegliere il migliore in base a peso, volume e località geografica, risparmiando in denaro, comodità e rischi di smarrimento. Di solito per le principali destinazioni Erasmus spedire la valigia con il corriere risulta più economico che imbarcarla in aereo.

Non occupate troppo spazio con shampoo, deodorante e simili

Il consiglio di base, valido per tutta questa guida, è quello di ridurre più possibile i pesi superflui in valigia. Tra questi rientrano sicuramente shampoo, deodorante, dentifricio.

Tutti oggetti che potrete tranquillamente acquistare a destinazione. Un altro elemento da non sottovalutare è il fatto che la maggior parte delle compagnie aeree ha delle limitazioni per il trasporto di liquidi e confezioni. Quindi potrebbero farvi “aprire” le vostre bottigliette flaconi.

Non imbarcare troppi vestiti specifici per una singola stagione

Prima di partire consultate le previsioni meteo e le caratteristiche climatiche del Paese che vi ospiterà. Una volta fatta questa breve ricerca vi consigliamo comunque di non caricarvi di troppi vestiti “stagionali”. Il tempo varierà anche nello Stato in cui andrete ed i negozi per cambiare tipo di abbigliamento saranno comunque sempre aperti.

Fai attenzione alle calzature

Uno degli oggetti più ingombranti, al momento della preparazione del bagaglio, sono le scarpe. Una buona soluzione è quella di indossare alla partenza il paio più voluminoso e pesante e stivare ciò che volete portare con voi.

Porta un ricambio nel bagaglio a mano

Uno dei consigli più importanti è quello di mettere nel bagaglio che porterete in cabina tutti gli oggetti indispensabili, che siano vestiti, medicinali o altro. Sarete così preparati in caso di smarrimento o scambio di bagagli da stiva. Anche se spedite i bagagli con il corriere, è comunque un consiglio utile: nel caso di eventuali ritardi del corriere, avrete comunque dei vestiti di ricambio.

Mettere al sicuro documenti, soldi, carte di credito

Ancora più importante è avere a portata di mano il passaporto, alcuni contanti, le carte di credito e l’indirizzo di arrivo. Sempre nel malaugurato caso di smarrimento dei bagagli avrete una indicazione su dove andare e, soprattutto, un luogo in cui far recapitare i vostri oggetti una volta recuperati.

Non “lanciare” i tuoi oggetti in valigia

L’eccitazione del momento, l’emozione della partenza o l’eventuale ritardo potrebbero portarvi a non curare l’organizzazione interna del vostro bagaglio. Sarebbe un grave errore. Predisporre con metodo i vostri oggetti vi permetterà di portare più cose e, probabilmente, risparmiare anche sul peso. Se invece siete dei disordinati cronici il consiglio è quello di andare su Youtube e visualizzare alcuni tutorial su come predisporre i vestiti in valigia.

Valuta se liberarti di alcuni oggetti al momento di ripartire

Un consiglio utile, soprattutto in caso di soggiorni lunghi, è quello di ragionare sul fatto di donare alcuni degli oggetti che avete comprato durante il soggiorno. Se ci sono cose che pensate non vi serviranno una volta tornati a casa trovate il centro donazioni più vicino e fate felice chi ha più bisogno di voi.

Lascia uno spazio in valigia per i souvenir

Prima di ritornare a casa sicuramente avrete avuto moltissime richieste di oggetti o “ricordini” da parte dei vostri familiari, del vostro partner e dei vostri amici. Per non scontentare nessuno valutate bene, in base alle richieste ricevute, di lasciare uno spazio dedicato ai souvenir nel vostro bagaglio per il ritorno.