Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
NESSUNO VUOLE BENE A ZOIDBERG
ARTS

Million Dollar Vandal



Million Dollar Vandal

E’ la storia incredibile di un writer decisamente particolare. Robert Morrissey, meglio conosciuto come Desa MTA, la sua tag con cui per anni ha dipinto a New York City. Anche se forse non è il writer più attivo che New York abbia conosciuto, Desa è sicuramente uno di quelli più odiati dalla polizia statunitense se si parla di graffiti. Ogni qualvolta che la Vandal Squad decideva di usare la mano pesante con i writer, Desa era sempre il primo della loro lista. Le sue cause giudiziarie sono finite sulle pagine di tutti i giornali, una pubblicità che Desa a volte apprezzava e a volte no. Da qui il nome Million Dollar Vandal, come appariva a tutta pagina sulla copertina di un numero del quotidiano Daily Mirror.
In questo libro c’è tutto, dalla vita violenta fatta di sparatorie a Brooklyn fino ai giorni nostri, sempre incessantemente accompagnato dai graffiti che gli hanno procurato fama e tantissimi guai. Ma come ogni libro della serie AKA anche questo volume Ë un gioiello: fotografie bellissime, stampa di alto livello, ottima fattura e contenuti eccezionali: dalle foto nella casa di Desa ai rapporti originali degli ufficiali di polizia, dalle foto in action in strada e in metro agli sketch dei suoi throw up.
Come racconta in una recente intervista, poi, il suo rapporto con i graffiti ultimamente Ë cambiato, per forza di cose: ultimamente sembra che Desa sia più felice di rimanere a casa e svegliarsi nel suo letto la mattina che non uscire tutta la notte e svegliarsi in una prigione o una stanza d’ospedale. Questo anche perchË dopo un brutto incidente in una notte di follia ha perso anche parte della memoria.
Tornando al libro, Ë composto in totale da 179 tra foto e artwork, stampa con colori speciali, copertina rigida in cartone e speciale custodia. Un altro fantastico progetto di AKA/12oz Prophet.

Le foto della festa del lancio sono qui.

Potete trovarlo nei negozi Gold e qui.

Federico