Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
È A PROVA DI BUNGA BUNGA
ARTS

Freaks



Un film di Tod Browning
1932 Usa

Locandina del film

Dato che oramai si fa un gran parlare della censura, piaga sociale sempre esistita anche perché non funziona mai per tutelare realmente qualcuno, voglio raccontarvi la storia di Freaks, capolavoro compreso solo negli anni 60 e della rovina invece del suo autore Browning.
Freaks è la storia di un circo, un circo speciale tipo quello Barnum pieno zeppo di fenomeni da baraccone, di mostri, come oggi non se ne vedono più grazie al progresso della scienza.
La storia inizia con l’immagine di una splendida acrobata Cleopatra di cui si è innamorato il nano Hans a sua volta fidanzato con la nana Frieda. Cleopatra si prende gioco di lui assieme ad Hercules il forzuto del circo finchè non apprende che Hans ha ereditato una grossissima somma di denaro, decidendo per cui di sposarlo. Accanto al nano troviamo altri personaggi: l’uomo tronco, il mezzo uomo, le donne con la testa a spillo, la donna barbuta che ha appena partorito una bambina dall’uomo scheletro, la donna uccello e quella senza braccia, l’ermafrodito Joseph-Josephine e le sorelle siamesi Violet e Daisy, di cui una fidanzata col clown .
Cleopatra ed Hans si sposano e la gioia dei mostri amici di Hans è così grande che festeggiano l’evento e ubriachi iniziano a cantare in coro “Bevi, bevi, l’accettiamo, l’accettiamo è una di noi , una di noi!!” Ma Cleopatra si alza disgustata e inizia a urlare MOSTRI, lei non vuole essere una di loro perché è bella e normale e si fa beffe di Hans portandolo in groppa sulle spalle fino a casa.
Tra i mostri la vera mostruosità …. Hans si sente male e il medico sostiene che sia stato avvelenato. I Freaks capiscono che è stata Cleopatra e secondo il loro codice se ne offendi uno è come se li avessi offesi tutti.. e così quando il circo riparte, in una terribile notte piovosa vediamo i mostri strisciare nel fango con i coltelli in mano alla ricerca di Hercules e di Cleopatra… La ritroveremo poi completamente sfigurata senza arti ridotta a donna papera col petto ricoperto di piume..
Il film dura solo 83 minuti ed è abbastanza forte.. Tutti i “mostri” che si vedono sono reali e non attori, ed è questo che spinse la stessa casa di distribuzione a tagliare e censurare quante più parti possibili. Non era facile ai tempi ( ma nemmeno adesso ) guardare con tanta disinvoltura l’orrore della natura, anche perché il film si presenta cattivo spietato… Non sono solo i belli ad essere cattivi e i mostri ad essere i bimbi di Dio come ci suggerisce Madame Tetrallini, perché anche i Freaks se lo vogliono sanno essere cattivi fino a non risparmiare nessuno evirando e torturando con accanimento Hercules ( scena censurata ) e sfigurando e menomando Cleopatra ( anche questa scena censurata, noi vediamo solo il risultato finale). Un film Horror che non risparmia nessuno è questo l’elemento disturbante.. Se l’impatto visivo con tutti questi mostri è all’inizio insostenibile si passa poi a vedere l’umano che con la sua avidità si animalizza e il deforme che si umanizza in un suo codice di lealtà rigido. Browning voleva proporci la vita di questi deformi nella propria normalità quotidiana: si amano, si arrabbiano, litigano scherzano, con le nascite, i matrimoni.. non vediamo mai come lavorano i Freaks, oggetto di morbosa curiosità, fenomeni da esibire in tutto il proprio orrore, ma come vivono.. i problemi iniziarono subito per Browning già mentre girava il film, dato che i deformi disturbavano con la loro presenza gli attori e i tecnici degli studios. Il film fu censurato di quasi 40 minuti e non esiste più la copia originale della pellicola. Le versioni che circolano adesso ci mostrano una scena iniziale con un imbonitore che ci presenta la più mostruosa creatura mai vissuta sulla terra, Cleopatra, che noi vedremo solo alla fine del film ( e tra l’altro non si sa se questa scena sia stata girata da Browning). E per il famoso regista che girò il famoso Dracula del 1931, osannato oramai come la più grande promessa dell’Horror dei tempi, ci furono guai seri a causa della censura in primis ( che bandì il film in diversi paesi ) e poi per la negazione della pellicola da parte della stessa casa stessa di produzione la Metro Goldwin mayer, oltre che alla compromissione della sua stessa carriera… strano destino quello di Freaks, un film su deformi e mutilati, mutilato anch’esso dalle cesoie della censure…