Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
FORSE NON È PIÙ NEL KANSAS
MUSIC

The message



Grandmaster Flash

The adventures of Grandmaster Flash on the wheels of steel

“Broken glass everywhere, people pissin’ on the stairs, you know they just don’t care, I can’t take the smell, can’t take the noise, got no money to move out, I guess I got no choice – rats in the front room, roaches in the back, junkies in the alley with a baseball bat, I tried to get away but I couldn’t get far ‘cuz a man with a tow truck repossessed my car”.

Cosa dire di questo personaggio? Probabilmente che ogni dj (non importa cosa suoni) dovrebbe ringraziare questa autentica leggenda vivente inventore delle tecniche del backspin e soprattutto del cutting. Vero e proprio precursore (prima di lui solo Kool Herc che, purtroppo, non e’ riuscito ad incidere nulla su vinile) era solito animare i block parties col suo funk.

Dopo qualche periodo di attivita’ come dj solista viene notato dai Furious 5 un gruppo di mc ai quali si unisce per iniziare a pubblicare subito del materiale. Il disco che ci interessa e’ dell’82 e oltre a battezzare per la prima volta i piatti in “ruote d’acciaio” contiene qui il primo successo di Flash, un vero e proprio collage di beat di pezzi dell’epoca (tra i piu’ famosi Chic, Queen e Blondie).

Ma il vero capolavoro fu il retro del disco (B side wins again!!!!) contenente “The message” il pezzo che inaugura il conscious rap ovvero quel rap politico e attento al contesto sociale. E’ un vero e proprio pezzo di denuncia delle condizioni fatiscenti dei ghetti di New York, capace di far ballare ma allo stesso tempo, di offrire uno spaccato urbano di grande nitidezza.

Per tutti i dj che se la menano: se non ci fosse stato quest’uomo adesso sareste a frigger patate al McDonald sperando di arrivare presto a incartare gli Happy Meal. Da avere. Assolutamente.