Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
VORREBBE VIVERE NEL '42 PERCHÉ TANTO È UN SITO E NON FAREBBE IL MILITARE
VARIE

Chiudete il Maracanà!!!



Il concerto di Xzibit al Maracaná AKA grasse risate. Ma, per chi non c’era. Chi c’era infatti ha avuto molto poco da ridere. Diciamolo. Si era capito da subito che la serata sarebbe stata un pacco.
xzibit_f.jpg
Il locale e’ infatti dotato di un impianto acustico largamente insufficiente, impossibile sentire nulla a meno che non si fosse direttamente sotto al palco e, anche li, la situazione non é che sia migliorata di molto. Per esser chiari, le casse SCORAVANO, ma di brutto proprio.
Mr X to the Z si presenta col suo bel sorriso da Associazione Dentisti Americani addirittura alle 2 (!!) fa un pezzo uno (durante il quale cambia microfono 4 volte), fa tanti sorrisi, stringe un sacco di mani e se ne va. Sí, se ne va, fine, adios, game over. Tutto questo per venti-euri- venti. Capita l’antifona la gente comincia rapidamente ad abbandonare il locale non prima di una rissa che come da copione si verifica in modo che la serataccia sia completa. Che dire.

Eppure le premesse per una bella serata c’erano tutte: finale di stagione, grande ospite internazionale, buona risposta di pubblico… nulla di tutto ció.
Se é vero che Xzibit e’ decisamente più famoso per le sue imprese in video che non su disco, é anche vero che il nostro non é certo un pivello del microfono anzi, é considerato uno dei pesi massimi (in tutti i sensi…) della West Coast; le produzioni che avuto da parte di gente del calibro di Dr Dre e di Hi-Tek cosí come i vari featuring con Snoop Dog, The Game e Eminem ne sono la riprova.
Questo é quanto. Serata storta o segno dei tempi che cambiano? La risposta la lascio a voi ma secondo me l’hip hop é un’altra cosa…