Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
È BELLO QUASI QUANTO FABIO COCCIA
STYLE

Urban Superstar Show



image

La prima mostra si chiama “Back from Black”, ma sarà solo l’inizio di un lungo viaggio nell’arte contemporanea, quella che è nata dalle strade, dalle subculture e dal web e che lentamente (ma concretamente) si sta imponendo come nuovo codice visivo del nostro tempo.

L’artista italiano David Vecchiato, meglio conosciuto come Diavù, è il curatore e l’ideatore di questo Festival, ambientato in un luogo d’arte “convenzionale”, ovvero il Museo d’Arte Moderna “MADRE” di Napoli.

L’idea è quella di creare percorso che illustri le varie correnti artistiche contemporanee attraverso decine e decine di artisti nazionali ed internazionali che si sono ritagliati la loro strada “alternativa” per emergere laddove il mercato e la critica ufficiale li aveva tagliati fuori. (ma che sta tentando di nuovo di inglobare).

Ecco quindi che il 1° maggio parte la prima collettiva, Back from Black. Dal luminoso Pop al buio Underground. E ritorno. A questa ne seguiranno altre 7, in programma fino al 2011: Characters&Patterns, Pop Surrealism & Lowbrow Art, Gothic Expressionism Flok and Steam Punk, Masters of the Underground Art, per finire con Street & Urban Art Adventures.

Gli Artisti?

AJ Fosik, AlePOP, Andrea Pazienza, Anthony Ausgang, Prof. Bad Trip(Gianluca Lerici), Basil Wolverton, Bigfoot, Blu, Boris Hoppek, Buff Monster, Ciou, Camilla D’Errico, Camilla Falsini (Serpeinseno), Catalina Estrada, Charles Burns, Dave Cooper, Daniel Clowes, Dave McKean, DEM, Diavù (David Vecchiato), Gary Baseman, Gary Taxali, Gianluca Costantini, Giò Pistone (Serpeinseno), Glenn Barr, Ian Stevenson, Jamie Hewlett, Jim Avignon, Jim Woodring, Joe Ledbetter, Jon Burgerman, Laurina Paperina, Licia Viero, Matti Hagelberg, Michael Sieben, Mike Davis, Mr. Wany, Line Hoven, Paul Chatem, Robert Crumb, Sergio Mora, Shag (Josh Agle), Squaz,Tokidoki (Simone Legno), Victor Castillo, Zelda Bomba, Zoe Lacchei.

Ma la lista è in continua evoluzione.

Così come il blog-in-progress www.urbansuperstar.com dove gli artisti potranno essere seguiti con aggiornamenti costanti delle loro immagini, lavori, video, performance.

Il primo appuntamento è quindi per il 1° maggio, dove il vernissage d’inaugurazione sarà accompagnato dal Dj Set di Jim Avignon e il live set di Jon Burgerman e Jim Avignon dal titolo “Anxieteam”, insieme ai progetti musicali di MAssimo Giacon, Marco About e Diavù.

Dove?

MADRE, Museo d’Arte Contemporanea Donna Regina di Napoli
via Luigi Settembrini, 79 – Napoli