Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
...EH, MA I MARÒ?
ARTS

Sex and the City



immagine

SEX AND THE CITY: THE MOVIE

Finalmente, dopo anni di serie televisive, è arrivato il FILM: il tanto atteso epilogo di una serie che ha tenuto incollati allo schermo milioni di telespettatori (sottoscritta compresa).
Non ho la pretesa nè tanto meno l’intenzione di fare una recensione “giornalistica” del suddetto film (in questo sito c’è gente molto molto brava a fare ciò), ma non posso non fare un reportage della mia visione!

Domenica pomeriggio, l’ennesima in cui piove…unico modo per schiodarmi dal divano è la proposta di mia sorella di andare a vedere il film di Sex and the city; funziona benissimo…mi alzo e vado.

L’inizio non mi entusiasma: una sorta di riepilogone di tutte le serie in cui (per i profani) viene brevemente spiegata la storia di ognuna delle quattro protagoniste, giovani donne newyorkesi alle prese con la vita nella grande mela; lavoro, uomini, soldi, shopping, imprevisti, delusioni, aperitivi, gossip e quanto altro.
Tra le protagoniste ritroviamo Carrie, Miranda, Charlotte e Samantha alle prese con la vita che va avanti e diventa sempre più difficile (sono ormai tutte vicine alla quarantina).
Per i dettagli rimando a www.sexandthecitymovie.com.

Nonostante l’età lo stile che contraddistingue le quattro fanciulle non cambia: impeccabili nei loro look, sui loro tacchi Manolo Blahnik, eccentriche, a volte un po’ eccessive, ma sempre super-precise…un invito a non uscire mai di casa fuori posto, non si sa mai cosa potrebbe accadere anche andando a fare la spesa al supermercato!

Ritroviamo Carrie, giornalista di successo, che decide di andare a vivere insieme a Mr Big in un super-attico vista Manhattan che lui si è gentilmente offerto di comprare per loro e, in seguito a questa decisione, decidono di sposarsi (finalmente); Miranda, che sembrava felicemente sposata con Steve, in realtà non riesce a giostrarsi tra i mille impegni di lavoro e social life, lasciando molto poco spazio alla sua vita privata la quale immancabilmente crolla quando Steve le confessa di averla tradita; Samantha, la più “vecchia” delle quattro, vive a Los Angeles con il suo giovane attore di successo ma, nonostante l’amore e le attenzioni di lui, si sente continuamente attratta da altri uomini, specialmente dall’aitante surfista suo vicino di casa; Charlotte, la più tranquilla di tutte, dopo aver adottato una bambina perchè non riusciva ad averne una con il suo uomo, rimane improvvisamente incinta…

Le storie e le avventure delle quattro amiche si intrecciano, si sovrappongono e si sostengono l’una con l’altra, in uno scambio continuo di affetto e consigli nonostante le diversità che accomunano queste quattro donne; sempre vicine e pronte a capire (a volte anche ad opposrsi) le esigenze di ognuna.

A parte la “superficie” degli eventi (matrimoni fastosi, aperitivi super trendy, vacanze in posti da sogno, abiti da far invidia a chiunque) è il sottofondo di amicizia, sofferenza, difficoltà dei rapporti, scelte difficili, quello che fa veramente pensare alla fine del film.
Accettare le differenze, non perdere di vista le cose che stanno a cuore, dedicare il giusto tempo a chi si ama, scendere a compromessi, sapersi ascoltare, non nascondersi dietro all’abitudine, rinnovarsi continuamente per non cadere nella noia, essere sempre e comunque se stessi.

Interessanti anche i personaggi maschili che gravitano intorno: a differenza di quanto si pensi, non fanno proprio una pessima figura in questo film…anzi, alla fine, nonostante classici errori di stampo maschile, riescono anche simpatici e splendidamente umani nella loro fragilità.

E se mi sono scese un paio di lacrimucce a me, vuol dire che il film funziona…

Consigliata la visione!

Per info in più: