Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
EVERYBODY NEEDS SOMEBODY TO LOVE
MUSIC

Naz ci racconta DA MIC DOJO | l’11/11 la finale del contest



L’11/11 si concluderà l’edizione 2017 di DA MIC DOJO, il contest di freestyle regionale che si è svolto in Puglia.

Ve ne avevamo parlato QUI quando stava per inaugurare la stagione 2017, adesso tiriamo le fila dell’edizione facendo due chiacchiere con Naz, una delle menti che sta dietro al progetto.

Ciao Riccardo, aka Naz, sta per concludersi Da Mic Dojo, il contest di freestyle regionale che si è svolto in Puglia. Ti va di spiegare a chi non lo sa di che si tratta?
Salve Ragazzi! Beh potremmo banalmente definirlo un contest di freestyle regionale pugliese, ma sarebbe fin troppo riduttivo; negli anni si è trasformato in qualcosa di molto più complesso e difficile da spiegare anche per noi che ne muoviamo gli ingranaggi. 
L’idea è nata quando Cospa ed io ci siamo resi conto che nelle generazioni più recenti si stava risvegliando, oltre all’interesse per la disciplina del freestyle, anche un approccio alla cultura Hip Hop ben diverso da quello a cui ci abitua il mainstream. Questa movimento aveva bisogno di crescere e non essere ignorato. Così da 4 chiacchiere tra amici è nato un nome (ringrazio ancora il wc su cui ho avuto il lampo di genio) che si è reso in poco tempo un punto di riferimento sociale. Si tratta di un evento nel quale il pubblico è protagonista pur non salendo sul palco. Senza neanche rendercene conto abbiamo dato vita ad uno spazio che va oltre l’idea di luogo costituito da pareti, un posto nel quale ragazzi da tutta la regione posso scontrarsi, incontrarsi e creare, mettendo da parte la mercificazione della cultura e tornando a quel concetto primordiale di socialità che solo l’hip hop è capace di esprimere.

DA-MIC-DOJO

L’ultima volta che ci siamo sentiti Da Mic Dojo stava per iniziare e vi apprestavate a inaugurare un contest di freestyle che, per la prima volta, sarebbe stato a livello regionale, adesso siamo quasi al termine, com’è andata questa edizione?
Potremmo dire che questa edizione è nata perché doveva farlo. L’idea di espanderci è scaturita, da un lato dalla violenta chiusura T.ES.L.A. – l’associazione che aveva visto i natali del contest-, dall’altro dall’aiuto dei ragazzi sparsi per la regione che in quella sede erano venuti a trovarci molte volte in passato.
 Un’edizione alimentata dalla stima e l’entusiasmo non può che andare alla grande. Le difficoltà non sono mancate ma fanno parte del gioco, esattamente come i viaggi su mezzi improbabili, le nottate del povero Cospa al volante, le mie figure di m**** indimenticabili (maledetto alcol gratis!), il trovarsi dispersi in aperta campagna in mezzo alla nebbia delle 6 del mattino ecc… 
Una cosa è certa però, non abbiamo mai trovato sale vuote né contestazioni ma solo tanto amore e voglia di replicare il nostro show e abbiamo stretto amicizia con ragazzi che come noi, lottano per tenere vivo il seme positivo della cultura che ci lega.

Da-Mic-Dojo-finale

La serata finale di DA MIC DOJO si terrà l’11 novembre a Molfetta (Ba), chi si sfiderà? E da chi sarà composta la giuria?
Trattandosi della finale sul palco verranno a scontrarsi i vincitori delle precedenti tappe provinciali. Forse è bene precisare che il riferimento geografico è legato solo al posizionamento delle locations. Per nostra filosofia non abbiamo mai imposto vincoli di alcun tipo alle iscrizioni, questo ha portato ragazzi a seguirci da altre province o anche da fuori regione, come nel caso di Joe Sannino vincitore delle selezioni a Lecce nonostante la sua origine campana.
 Dunque oltre a Spark (selezioni Taranto) , Kyn (selezioni BAT) , Redrum (selezioni Bari) , Tsunami (selezioni Foggia) , Joe Sannino (selezioni Lecce) e Anonimo (Selezioni Brindisi) abbiamo deciso di portare sul palco due pilastri del freestyle rap italiano. Si tratta di MODDI, scelta quasi obbligata dato la sua origine pugliese ed ESA che sin dagli anni ’90 ha contribuito a gettare le basi di questa cultura in Italia.

Un momento indimenticabile di questa edizione?
Non è semplice definire un momento speciale fra tutte le tappe. Forse l’esperienza più incisiva è stata quella vissuta a Spinazzola, durante le selezioni per la provincia BAT, dove abbiamo constatato una forte ed attiva presenza della comunità migrante che ci ha permesso di lanciare un messaggio di integrazione che credo pochi eventi possano vantare.

DA-MIC-DOJO-Goldworld

Progetti per il futuro? Pensate di estendere il progetto pilota ad altre regioni d’Italia?
Potremmo anche farlo ma… per scaramanzia ci limitiamo a dirvi che certamente sentirete parlare presto nel nuovo tour APULIA SENSEI 2018, per il quale stiamo già chiudendo accordi relativi alle prime date. Se quella del 2017 è stata la stagione dell'”esperimento” la successiva sarà una conferma ed un consolidamento del progetto.

Grazie per il tuo tempo e in bocca al lupo!
Grazie a voi per l’interesse che continuate a regalarci.

DA MIC DOJO pagina dell’evento: QUI.
Per seguire DA MIC DOJO: QUI.

Ricapitolando: