Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
PUNTA ALLA CHAMPIONS LEAGUE
EVENTS

Cronache dal 4 compleanno



Paura e delirio in via Palazz(u)olo

by Fabbio

PubblicoIeri mattina mi sono svegliato con un forte mal di testa… mi sono alzato… mi sono trascinato in cucina; aprendo il frigorifero per bere un po’ di buona acqua fresca, ho pensato: “ma’ndo’son’stato iersera!??“, poi, girandomi, il calendario mi fa sussultare: Domenica 30 Ottobre 2007!

Penso fra me e me: “Oddio… ma quindi non ho sognato tutto! Ma quindi… la pizza da asporto… la doppietta di Osvaldo… le lacrime di Troncon… lo Space electronic… il quarto compleanno di Gold!” erano realtà. Al solo pensiero della serata il corpo si ribella e mi impone di tornare in camera per rigettarsi sul letto… beh… questo è lo stato d’animo con cui vi racconterò la serata.

Hiro Lo Space electronic si presenta al pubblico con una insegna al neon degna del miglior ola di Belleville: “Discoteque”. Non nascondo che il primo pensiero è stato: ma ragazzi… ma che siamo sicuri? – non ci mettevo piede da circa 13-14 anni, quando – adolosciente – andavo a cercare facili limonate al ritmo di “What is Love”, “Binghidiriboingidiriboing”, “Saturday night piripiripiripiiii” etc…

ShinoLa lunga coda mi riporta alla realtà! Un sacco di gente, un sacco di facce conosciute, un sacco di facce non conosciute – ma pure loro con una maglietta di Gold.

Boia… – penso fra me e me – che siam riusciti ad invadere lo Space?!” All’entrata, Nuri, lo sfortunato incaricato delle liste, mi fa cenno di muovermi ad entrare in coda… poi mi conferma: abbiamo sforato di circa 400 persone!… siamo quasi un migliaio!

Danex Il locale è pieno anche all’interno, le facce conosciute sono ovunque, il logo Gold è “diffuso” da magliette, da adesivi piazzati subliminalmente (Emi lo so che sei stato tu) e da visual sui mega schermi… raggiungendo il secondo piano mi accorgo che sul palco i “Colle der Fomento” hanno già iniziato il concerto… e capisco quanto la loro presenza sia stato un fattore decisivo per la buona riuscita della festa… il sound è un disastro ma loro vanno avanti nonostante tutto inneggiando a Gold, a noi “Massicci de Firenze” 🙂 e all’hip-hop anni ’90, il pubblico sing along.

Dopo un po’ – mentre sto facendo qualche foto sul palco e fumando qualche sigaretta nel priveè (tristeza) – Omar mi nota e facendomi un cenno, mi passa un fogliettino verde con una scritta che maliziosamente recitava: FREE DRINK e questo è il momento in cui, novello Barney, ho ribevuto il primo Negroni della serata…. 🙂

La festa è continuata con i dee-jay della crew che mettevano dischi: Drumboy, Hiro, Danex e per finire l’emozionatissimo Shino nella sua ultima performance a Firenze per qualche tempo, presto mi raggiungerà infatti in quel di Londra.

Una bella serata, un’occasione per me “ragazzo virtuale” di vedere dal vivo molte delle facce della crew, un’occasione per dimostrare a Firenze che Gold c’è, ma sopratutto un momento per Gold per far capire a sé stessa che c’è, c’è forte di 4 anni di esperienza, c’è con un sacco di amici (e parenti) che le voglion bene, c’è con un sacco di novità in vista e c’è con un unico scopo: migliorarsi ed andare avanti!

Buon Compleanno Gold!

Non c’è due senza quattro

by Omar

Console
Ebbene si, ce l’abbiamo fatta… Nonostante le mille peripezie accadute nei giorni precedenti, siamo riusciti a fare un seratone!!

Ma partiamo dal principio!!

Colle der Fomento

Era una calda serata di Luglio e passo a salutare lo Shino e Danex che stavano cercando di far partire una serata al Teatro sull’acqua… Il posto, seppur semi-deserto, è bellissimo e chiedo ai gestori di poter organizzare la festa di compleanno li. Ci stanno. Troviamo l’accordo e contatto i Colle per venire a fare la serata. Ci stanno anche loro. Parte la macchina comunicativa (flyer, pagina su Vice, news sul sito). E poi? Poi il proprietario del Teatro decide di andare al mare. Chiude il locale con tutto dentro e i gestori rimangono in una sorta di limbo (ah già, non esiste più). Insomma, il posto salta. Mancano 2 settimane alla festa e tutto sembra sfumare nel niente. Poi, soprattutto grazie alla fede, emerge lo Space Electronic. Si riparte con tutta la comunicazione. Avvertiamo tutti quelli che si erano messi in lista. Iniziano ad arrivare valanghe di email. Tutta la settimana prima della festa la passo a organizzare la lista. Arrivo al giorno prima della festa e le persone che vogliono entrare sono più di 1000. Aiuto!! Ce la faremo?? Le nostre feste sono sempre state modeste. Colle der Fomento Belle, ma tra amici. Il panico avanza. Manca sempre meno. Ci siamo.

Mancano poche ore. La lista continua a lievitare. Mi chiama Masito e mi dice che ha la febbre e non viene. Paranoia. Quando i demoni avanzano lo stolto retrocede, il saggio si rallegra. Ce la faremo lo stesso. Arrivano i Colle. Il sound check da mille problemi. Non molliamo. Sono quasi le nove. La gente comincia ad arrivare. Andiamo a cena. Osvaldo segna la sua doppietta. La viola vince con il Livorno dopo 72 anni. Torniamo allo Space e c’è una coda chilometrica. Emi è alla porta. Dentro ci sono un sacco di persone e il Moro li intrattiene. Intanto giù ci sono Deiv e il Falco ad accogliere le persone. Tocca ai Colle. Delirio. Ricca e Dani si dilettano in virtuosismi visuali. Intanto l’atmosfera si fa sempre più piacevole. Renato balla. Alfredo beve. Fabio fa le foto. Nuri e Marco concludono in bellezza la settimana dei party. Sotto c’è Rocoe e Fritz a far muovere le mele (Generale docet). Parte la drum’n’bass con Drumboy. Tocca a Hiro e Danex. Lo Shino suona e saluta la curva. Una serata perfetta.

Un festone da paura

by Emi

Che dire ragazzi un FESTONE!! E‘ stato un continuo passare dal formale come stai, al fiorentino ikkesidice, al pugliese tuttappost, al romano ahò, al tipico slang b-boy yo yo yo, al what’s up da alto tasso alcolico.
La parte più bella è stata stare alla porta per le liste, ero io a dare i nomi alla gente, le liste erano in ordine alfabetega e diventava un delirio cercare i nomi , quindi Giacomo+5 diventava Federico+ 6 e così via… Pubblico
La prima parte l’ho passata a rompere le p….. a Renato perchè ballasse e quando mi ci metto ci riesco molto bene, vero Renato????
Per non parlare poi delle belle note musicali dei vari dj e dei diversi negroni fatti dal mio barista di fiducia….
Non saprei dire chi ha vinto il premio “tasso alcolico alto” comunque erano, e si vedeva, tutti felici e contenti e questo è l’importante…..
Inoltre, a sentire la gente, fare la festa alla SPACE è stato come tornare all’età adolescenziale della domenica pomeriggio. Quindi oltre che felici, i “vecchi” erano ringiovaniti di 10 anni circa… entravi e le rughe andavano via…
La Sara per festeggiare il suo compleanno ha ballato per circa 10 ore, dal pomeriggio che era lì….
La Maya e la Christelle tornavano dalla festa di compleanno della Bente ed erano in forma smagliante , in effetti verso le 4 alla Christelle gli è partito il grido che l’ha resa celebre al mud…
Io e Omar ci siamo visti forse due volte per circa due minuti. Diciamo che abbiamo passato un bella serata insieme… lol
Fabio continuava a fare foto allo Shino che, vanesio comè, penso abbia fatto 3000 pose alla zoolander…
L’apice della serata è stato conoscere il ‘sovversivo’… Che onere e onore! Continua così my friend…
Per finire volevo ringranziare il Panchetti e consorte per il bellissimo regalo che mi hanno fatto…
Il prossimo compleanno Gold sarà ancora più figo… Che te lo dico a fare…

Pensieri in ordine casuale

by Deiv

Yo! Un paio di pensieri in ordine casuale su quanto è successo..
La serata è stata bellissima, dal mio punto di vista non posso dire molto su quello che è successo sopra perché stavo suonando… a proposito di quello invece.. è clamoroso come certi posti, per quanto famosi, ti mettano a disposizione delle consolle veramente scrause.. come dire.. siamo alle solite! Probabilmente la colpa è mia che continuo a stupirmi di cose che ormai sono un dato di fatto… Ho apprezzato moltissimo invece l’idea di mettere la scaletta attaccata sui muri in pure stile british… Se loro non riescono ad essere professionali proviamo almeno ad esserlo noi!
Concludo facendo i complimenti ai Colle, anche se non ho avuto modo di vederli, sono sicuro che se li sono meritati! Peace!

4 pure in consolle

by Danex

Vorrei aggiungere anche le impressioni del quarto compleanno di GoLd pure dalla consolle sopraelevata dello Space.
Innanzitutto la gioia di essere tutti e 4 i dj ufficiali della Crew in consolle, sempre una gioia maggiore avere il Drumbo e ovviamente Hiro e lo Shino sempre piu’ compagni di mille serate e di mille avventure.Simone - Colle der Fomento
Direi che nella totalita’ la serata e’ stata veramente ottima e ampiamente sopra la media artisticamente e per la qualita’ del pubblico e della pista (ormai un po’ d’esperienza ci s’ha di serate non solo a Firenze e vi assicuro che non e’ comune), poi la combinazione di Hip Hop,Funk e Drum’n’Bass direi che si e’ rivelata ottima avendo la non sottovalutabile possibilta’ di 2 situazioni sonore separate.
I live sono stati perfetti, il More e lo Shed a scaldare il pubblico han fatto il loro dovere con tecniche sopraffine e poi non sto qua di nuovo a tessere le lodi al Danno e a Dj Baro perche l’avete vista e sentita da soli tutta la potenza che emanano!!
Se proprio vogliamo trovare la pecca (ma direi che era mooolto prevedibile) per quanto riguarda noi in piccionaia, la consolle non era proprio delle piu’ adatte per fare mixaggi rocamboleschi… nel senso c’e’ ancora il mixer di staying alive con i cursori a zampa d’elefante…
Pero’ cio non ha assolutamente intaccato il nostro divertimento in consolle, credo che anche gli altri siano daccordo,direi che la rotazione e’ stata ottima dal punto di vista dell’onda sonora fino al culmine dei dischi di saluto dello Shino alla platea fiorentina.

Tenteremo assolutamente di organizzare serate di questo tipo in modo periodico… Anche a Omar gli e’ ripresa bene!! lol!!

Invidia

by Lorenzo

C’era una volta, neanche troppo tempo fa, un ragazzo che viveva in un paesino lontanissimo dal mondo civilizzato, abituato com’era a parlare con animali e pareti, trovò geniale l’idea di riempire il suo tempo andando ad una festa. Poco prima di partire alla volta di Firenze gli apparve sulla porta di casa un vecchio barbuto con uno sguardo arcigno.Shino “Tu non sai quello che fai” disse, “ci saranno effetti catastrofici!!! Sei ancora in tempo a non andare! Ripensaci ragazzo”, il giovane, abituato ad ignorare i consigli dei molti vecchi impiccioni del paese, decise di non dare peso alle parole del barbuto signore e partì! Chiamò con sé molti amici, due terzi del paese si mobilitarono per la festa. Fu così che i nostri dodici amici, con tre carrozze, raggiunsero la grande città.
Una volta entrata nel palazzo la compagnia si disperse, ognuno trovò un personale senso a quel luogo, qualcuno bevve sino a vomitare, altri ballarono senza sosta, altri ancora tentarono impossibili approcci e quelli “rimasti” si chiusero nell’acquario fumatori per consumare dosi innecessarie di nicotina. Tutti dimenticarono le parole del vecchio, nel caotico avvicendarsi della celebrazione, la voce del barbuto signore divenne impercettibile come una menzogna. La notte procedette senza pausa verso l’obiettivo mattina, un succedersi di aspettative e desideri scandì il tempo e accompagnò i giovani verso la conclusione della notte, alcuni furono felici, altri meno, ma per ognuno fu speciale l’esserci stati, per il gioco delle possibilità che premia gli impavidi e punisce coloro che staticamente aspettano impossibili svolte. L’importante è partecipare, disse un giorno qualcuno… Nella parentesi di quella notte, l’importante fu approfittare della vita.

Female View of Gold Party

by Morgatta

Mi sembra che, come al solito, manca la visione femminile della seratona Gold-4-anni-party! Meno male ci sono IO!

Sara e Morgatta

Ma cominiciamo dal principio… E’ sabato, esco finally dallo shop: sono le otto e sono distrutta. Raggiungo la mia abitazione, doccia e… lotta con l’armadio! Problema che affligge TUTTE le donne prima di andare ad un party degno di questo nome (a questo giro si è salvata solo Sara che è stata “sistemata” dalla sottoscritta nel pomeriggio… ed era anche gnocca). Alla fine decido per un look total black, con un tocco di metallo ai piedi (praticamente mi si vedevan solo le scapre), piumino a scacchi sobrissimo e via! Mi incammino per strada, giungo nei pressi dello Space e vicino ad un pub sfigatissimo trovo Emi: oh, no! Partita Fiorentina-Livorno… evito il coro “boia deh”, rapisco Emiliano e procedo verso l’ingresso. Salto la coda che c’è fuori, spacciandomi per una dello “staff” (eheheh). Inutile dire che erano anni che non entravo allo Space, inutile dire che non è cambiato niente e la mente viaggia all’indietro, alla prima sfilata fatta con il Polimoda…belli i mi’ tempi, mi sento vecchia per un nanosecondo e poi torno alla realtà… effettivamente sto andando in là con gli anni, ma mi mantengo bene ;P
Comincia ad arrivare gente conosciuta, sconosciuta, vecchi amici from lunedì allo yab, vecchie compagne di scuola, vecchi “flirt”… ma è un REVIVAL!!!! Ma anche giovani giovanotti per niente male… Parte il neurone e mi sussurra “Stai buona, sono minorenni, vorrai mica essere arrestata?”.
Via libera al piano di sopra…
Cominciano i live, prima il More e poi arrivano i Colle… Bravi con quell’accento romanaccio… io a quel Danno glieli farei io due danni… fisici. Peccato è con la donna (ovviamente da brava spia avevo già constatato la situazione prima di fargli un “assalto frontale” in un angolo), pazienza, sarà per la prossima volta!
Mi distraggo ballando appena cominicia a suonare dj Baro: una session veramente figa (altro che yab) e io ballo ballo ballo… ho rischiato di rompermi una gamba scivolando su una bevuta che un’americana-gallina-stupida aveva tirato in terra…io ooodio le americane! Ma continuo a ballare, sotto il sifone dell’aria condizionata! Mentre ballo scorgo Omar per un secondo (l’unico in cui l’ho visto nella serata) lo saluto e poi penso “Ebbravo Omar” e di nuovo torno indietro nel tempo in cui eravamo a scuola…Cambio di musica mi riporta alla realtà! Cominicio a girellare, salutare, scambiare chiacchiere, fino a che mi presentano colui con cui “battibecco” tutte le volte su goldworld: Fabbio! Non potevo non andare a conoscere personalmente quest’entità virtuale che mi rompe sempre le palle (in senso buono, ovviamente)!!
E poi guardo l’ora: accipicchiolina, cominicia ad essere tardi, la mattina dopo treno ore 7.08 per Milano, lavoro (pure la domenica, che stress)! Mi congedo dai più e, dovendo scegliere se tornare a casa con la mia amica o con un giovane 20enne conosciuto da poco… beh, faccio la brava, torno con l’amichetta!
Arrivo a casa sudata, con mal di gola, tasso alcolico nella media, stanca all’infinito ma soddisfatta!
Ebbravo Omarino!

Tema: La festa Gold dal mio punto di vista

by Shino

Nome: Scino Cognome: Scini Classe: IV A

Svolgimento: Qualche giorno fà io e i miei amichetti abbiamo fatto una simpatica festicciuola per un compleanno veramente strana. Difatti, per tutto il tempo che siamo stati insieme, sebbene abbiamo ascoltato tante musiche, nessuno ha cantato pezzi come “Eppi bèrdei” o “Ecco la torta con 1000 candeline” come succede al mi compleanno con il mi babbo e la mi mamma, e sebbene tanti àbbin ballato, non c’era il “ballo del qua qua” come alla festa di Gianpiero e, addirittura, i maschi ballavano colle femmine oppure colle casse che musicavano. Io poi mi aspettavo che mi arrivasse un pezo di torta come ogni compleanno che si rispetti, ma nisba. Però ho notato che qualcuno masticava, dunque son giunto alla conclusione che la torta non fosse abbastanza grande per tutti. Infatti c’erano tante personne che secondo me non erano state invitate e che non conoscevo e credo che abbiamo fato una tale confusione che penso che i vicini abbino brontolato. Ma io e i miei amichetti ci siam divertiti perchè abbiamo riso e scherzato tanto, finchè la mamma è tornata a prendermi e, arrivati a casa, mi sono addormentato, stanco ma felice.
W le feste!

Voto: Gravemente Insufficiente: troppi errori grammaticali, alcuni
veramente grossolani! Studia di più invece di metterti le matite nel naso
tutto il tempo!