Scopri l'universo
espanso di Gold
Gold enterprise
Goldworld Logo
L'IGNORANZA È UN BENE
STORIES

Referendum Grecia: è “no” Tsipras



“Abbiamo dimostrato che la democrazia non può essere ricattata”. Così il premier greco Alexis Tsipras alza in alto la bandiera della vittoria. E annuncia: “Ora chiediamo un accordo per uscire dall’austerity. Vogliamo un’Europa della solidarietà”. D’altronde “il ‘no’ non è una rottura con l’Unione Europea”, dato che secondo il primo ministro “domani la Grecia andrà al tavolo negoziale con l’obiettivo di riportare alla normalità il sistema delle banche. Vogliamo continuare le trattative con un programma reale di riforme, ma con giustizia sociale”.

Foto: Ansa/EPA

Foto: Ansa/EPA

Piazza Syntagma, davanti al parlamento di Atene, è un mix di festa per il “no”, quando si attesta ad una percentuale del 60%. La Grecia ha scelto di dire ‘Oki’ al referendum indetto da Tsipras sulla proposta dei creditori.

“La vittoria del ‘no’ è la risposta coraggiosa dei greci – ha detto il ministro greco dell’Economia Yanis Varoufakis -. I greci hanno detto un coraggioso ‘no’ a cinque anni di ipocrisia e all’austerità. Da domani l’Europa inizi a curare le nostre ferite. Tenderemo una mano per collaborare con i nostri compagni e chiameremo tutti i nostri partner, uno a uno, per trovare un luogo comune e definire un’intesa positiva per tutti”, ha dichiarato, rendendo noto che la riqualificazione del debito “è uno degli obiettivi” del governo di Atene.

Manu Chao canta una canzone per il referendum in Grecia. Sulla chitarra, la scritta ‘Oxi’ (‘No’ in greco):